Indissolubile unione

Il testo del rap dedicato a Paolo e Francesca

Trasportati da un vento impetuoso

raccontiamo il nostro gioco amoroso

nella vita commettemmo un solo peccato

ed è questo quello che voleva il fato

  

un giorno, senza sospetto,

alla tentazione non abbiam retto

e come Ginevra e Lancillotto

l’amore ci ha messo sotto

 

 

Rit: Nel secondo cerchio dell’inferno

ci troviamo condannati in eterno

noi per sempre ardenti di passione

raccontiamo con tristezza

la nostra indissolubile unione

 

Nessun maggior dolore

che ricordarsi del tempo felice

del nostro grande amore

che fu di morte portatore

 

 

Leggevamo un libro in casa

di Lancillotto e la sua amata

la gioventù di amore evasa

per la sua bella desiderata

 

 

un solo punto fu quel che ci vinse

e il libro al bacio profano ci spinse

noi ci accorgemmo del nostro peccato

e ormai il rimpianto in noi era nato

 

 

Rit.

 

 Ma pensavamo di essere senza sospetto

in questo nostro amore perfetto

che quando venne al nostro cospetto

il sangue non scorse più nel nostro petto

  

ed ora ci troviamo in questa tempesta

insieme per l’eternità senza onore

coltiviamo il vero amore nel dolore

ma nel cuore il pentimento resta

 

 Rit.

 

Amor c’ha nulla amato amar perdona

 

 Nessun maggior dolore

che ricordarsi del tempo felice

del nostro grande amore

che fu di morte portatore

 

Amor c’ha nulla amato amar perdona

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.