L’Europa e la Champions League unite contro il razzismo

Dal 14 al 26 ottobre la FARE, Football Against Racism in Europe, promuove una serie di azioni contro il tifo razzista

Per la quinta stagione la rete FARE (Football Against Racism in Europe) promuove una serie di azioni contro le discriminazioni dentro e fuori gli stadi di tutta Europa, patrocinata dalla Comunità europea e dalla la Uefa.
Dal 14 al 26 ottobre tutto il mondo del calcio europeo si mobiliterà portando avanti una serie di attività ideate dai tifosi, dalle società di calcio, dalle federazioni nazionali, dalle comunità di migranti, dalle scuole e le associazioni antirazziste.
Quest’anno le nazioni partecipanti all’iniziativa sono 33.
Verranno organizzati tornei antirazzisti, incontri-dibattiti nelle scuole, coreografie antirazziste e verranno distribuiti materiali informativi per combattere il fenomeno della discriminazione nel mondo del calcio.

Per la prima volta anche la più importante manifestazione europea, la Champions League, aderisce in maniera visibile all’iniziativa. In tutte e 16 le partite che verranno giocate il 19 e il 20 ottobre i giocatori entreranno in campo accompagnati da bambini che indosseranno la maglia “Unite Against Racism” e lo speaker leggerà le motivazioni di tale azione.

L’action week è stata pensata e voluta come momento di sensibilizzazione del mondo del calcio su alcuni problemi presenti in Europa: la discriminazione di atleti neri o i cori ingiuriosi rivolti a giocatori di diverse religioni, la difficoltà per le partite femminili di avere visibilità, la discriminazione continua per atleti e tifosi omosessuali… sono tematiche che dovrebbero essere combattute tutto l’anno.

Il programma:

 

16 ottobre Lecce – 23 ottobre Avola (SR): Nell’ambito di 2 appuntamenti organizzati da Sporty, un settore della UISP che si occupa dello sport per i più piccoli, verrà organizzato un punto di info sulla rete FARE e sull’Action Week.

Gli appuntamenti prevedono una giornata di sport in piazza dedicata ai bambini della scuola elementare che potranno giocare a calcio, basket, pallavolo e minitennis.

Verrà organizzato uno stand nel quale verranno invitati i bambini a fare dei disegni su " Sport contro il Razzismo", a tutti verrà distribuito l’adesivo con il logo dell’iniziativa.

16 ottobre

Modena: Coreografia antirazzista comune per le due tifoserie in occasione di Modena-Perugia
Modena: Coreografia antirazzista comune per le due tifoserie in occasione di Venezia-Empoli
Terni: Striscioni contro il razzismo in occasione di Ternana-Triestina

17 ottobre: i Suporters Spèsa 1998 in collaborazione con la Lega Pallacanestro UISP di La Spezia organizzano il primo raduno ultras basket femminile.

In occasione della prima giornata di campionato della Serie A di basket femminile, che verrà giocata a La Spezia, gli ultras hanno organizzato una mattinata-raduno dedicata all’antirazzismo.
Programma della giornata
ore 9.30 – Ritrovo delle tifoserie davanti al Palaspezia
ore 10 – Partita di basket a ranghi misti tra le tifoserie (disputata presso la palestra dell’istituto "Fossati", Via Federici)
ore 12.30 – Pranzo "al sacco" organizzato dai Suporters in collaborazione con tutte le tifoserie
ore 14.30 – Inizio delle partite di A1

23 ottobre
Perugia: Festa della Dinamo (squadra mista di ultras e migranti che gioca nel campionato UISP) con un partita tra la Dinamo e un’altra squadra e distribuzione di materiale antirazzista
Ancona: Torneo/Festa al vecchio stadio Dorico organizzata da ANPIS (Associazione Nazionale Polisportive per l’Integrazione Sociale) e l’Associazione Assata Shakur. Il Programma prevede:
- partita di calcio fra squadre di migranti bambini
- torneo-esibizione di cricket organizzato in collaborazione con la comunità di pakistani
- partita di calcio fra una squadra formata da disabili psichici e una squadra di migranti

24 ottobre
Cava dei Tirreni: stand nella piazza centrale di Cava dei Tirreni organizzata dagli Ultras Cava per spiegare l’iniziativa del 24 con distribuzione di materiale informativo, magliette e 2 tipi di adesivi.
24 ottobre
Campobasso: Coreografia organizzata dal gruppo "Smoked Heads Campobasso". L’iniziativa coincide con la nascita dell’Associazione “Ultrantirazzista” promossa dal gruppo, che ha svolgerà le seguenti attività: perseguire e promuovere la diffusione dei valori dell’antirazzismo e dell’uguaglianza tramite iniziative di natura culturale e la partecipazione a manifestazioni sportive e ad eventi di forte aggregazione sociale.
Ancona: in occasione della partita Ancona-Aglianese gli ultras invitano i migranti allo stadio. L’Ancona calcio ha aderito all’iniziativa e dà 50 biglietti gratis per i migranti, fa entrare i giocatori in campo con i bambini e uno striscione. Il Comune di Ancona ha aderito e fa lo striscione.
Cava dei Tirreni: coreografia antirazzista in occasione di Cavese – Morro d’Oro. Realizzazione adesivi contro il razzismo
26 ottobre
Perugia: Iniziativa per portare gli immigrati allo stadio in occasione di Perugia – Empoli

Per info, aggiornamenti e il calendario completo delle iniziative in tutta Europa potete consultare il sito: www.progettoultra.it (in italiano) o il sito www.farenet.org (in inglese).

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.