La motonave Ticino torna in servizio dopo l’incidente

Quaranta giorni fa si schiantò contro il molo. Ancora da stabilire le cause del disastro

Sono passati 40 giorni dalla sua ultima corsa, finita contro il molo di Laveno ma ora la motonave Ticino è di nuovo in servizio.
Oggi è stata trasferita al porto di Intra dalle officine di Arona e sabato 29 ottobre, dopo l’allestimento del bar e degli altri servizi, inizierà regolari corse.
Il collegamento tra i porti di Laveno Monbello e Intra sono garantiti da tre motonavi che traghettano, tutti i giorni tra le 5 alle 23, persone e veicoli dalla sponda lombarda a quella piemontese del Lago Maggiore.

Il ritorno in servizio del Ticino permetterà di far tornare ‘a riposo’ il traghetto San Carlo. Quest’imbarcazione è la più vecchia in servizio sulla tratta. Costruita nel 51 è l’unica imbarcazione che non ha un bar per i viaggiatori e dispone di un numero di posti al coperto molto limitato. I viaggiatori saranno i primi a beneficiare del ritorno di una delle ‘ammiraglie’ della flotta.

La Direzione Generale del Ministero dei Trasporti a Milano, da cui dipende la Nlm, ha identificato le cause dell’incidente ma queste non sono state ancora comunicate alla stampa.
Venerdi 18 settembre fu quindi un guasto tecnico o un errore umano a portare il Ticino a schiantarsi contro il muraglione del molo a Laveno Monbello?
Durante la fallita manovra di attracco a Laveno Monbello i danni all’imbarcazione furono limitati alla parte destra del ponte di sbarco mentre tra i passeggeri ci furono due persone contuse in modo lieve.
Per le strutture del porto i danneggiamenti più visibili con la caduta di alcuni massi dalla diga foranea e la deformazione di una parte di asfalto: per evitare pericoli alle persone l’accesso a questa breve parte del litorale è ancora transennata ad opera del Comune.

«La delibera per il risarcimento dei danni ha avuto il suo pronto effetto e nel corso di un mese contiamo di sistemare tutto» racconta il vicesindaco di Laveno Monbello Roberto Morselli, che auspica di far partire le gare di appalto già nelle prossime settimane. La richiesta di risarcimento ha avuto la pronta risposta della NLM infatti, Il prossimo giovedi, gli incaricati della società di assicurazione effettueranno un soprallugo per la perizia ufficiale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.