La Regione approva la variante al PRG

Via libera al progetto voluto dal comune

Con una relazione dell’assessore al
territorio ed urbanistica, Alessandro Moneta, la Giunta
regionale ha approvato la variante del Piano regolatore generale
(PRG), modifica d’ufficio, del comune di Cittiglio, in provincia
di Varese.
Il Comune dotato di PRG dall’agosto del 1997, con delibere del
Consiglio comunale del maggio 1998 e novembre 1999 adottava il
progetto di variante, nell’agosto 2003 la Giunta regionale
determinava di modificare d’ufficio la variante e nel giugno
2004 il Consiglio comunale formulava le proprie controdeduzioni
alle modifiche proposte. La variante adottata è finalizzata alla
modifica di destinazione d’uso di alcuni ambiti da zona
‘E1-agricola’ a zona ‘C1′ e zona ‘C1-Vp’, all’introduzione di
tre nuovi piani attuativi, ampliamento dell’area cimiteriale
esistente e relativa fascia di rispetto, modifica dell’ambito di
piano attuativo residenziale identificato con le lettere ‘AC15′
e relativi standards in zona ‘C1-Vp-residenziale’ ed alla
modifica di alcuni articoli delle Norme tecniche di attuazione
(NTA) al fine di consentire una maggiore definizione degli
stessi ed un maggior controllo del territorio comunale.
La Giunta comune, acquisito il parere della Provincia di Varese,
della Comunità montana della Valcuvia e delle Unità
organizzative Difesa del territorio-struttura geologia per la
pianificazione-, Sviluppo sostenibile del territorio-struttura
pianificazione paesistica-, Viabilità e, Piani e programmi
urbanistici, constatata la regolarità dei procedimenti adottati
e che la pratica è corredata dalla prescritta documentazione,
approva la variante richiesta dal comune di Cittiglio,
modificata d’ufficio.
Per la variante n.29/98. In Azzonamento ogni edificazione o
intervento antropico deve essere assoggettato ad una scrupolosa
verifica di compatibilità. Inoltre è opportuno che il tracciato
della nuova strada provinciale n.1 disegnato sull’Azzonamento
venga sostituito con un’ampia fascia /corridoio di salvaguardia
con un’ampiezza minima di 70 metri. In Normativa viene aggiunto
un nuovo articolo, il 12 bis (corridoi di salvaguardia) e
modificati gli articoli n.1, 13 e 27.
Per la variante n.48/99. In Azzonamento viene stralciata l’area
n.1 per la quale si propone la destinazione di zona
‘C1-residenziale ad edificazione diretta con indice edificabile
o,8 mc/mq’. In Normativa vengono stralciati nell’allegato ‘a’
delle NTA gli indici edificatori del piano ‘AC45′ e modifiche
sono apportate agli articoli n.4 e 7.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.