Liceo Artistico, a gennaio il probabile trasloco

Votata in Consiglio comunale la variante urbanistica necessaria per la nuova collocazione a Masnago. Ma restano i dubbi legati alla difficile intesa con la Provincia

Buone notizie per gli studenti del liceo artistico di Varese. Con i voti compatti della maggioranza il Consiglio comunale ha adottato la variante urbanistica dell’area in via Valverde, zona Masnago, dando il via libera al trasferimento dell’istituto da via Milano alla nuova sede.
Un provvedimento importante, che però non riesce a fare piazza pulita di tutti i dubbi. Se infatti l’assessore all’urbanistica Motta ed il centrodestra indicano già gennaio, metà anno scolastico, come periodo per il trasloco, l’opposizione invita alla prudenza. Secondo le minoranze infatti la variante urbanistica è solo un aspetto del problema, il vero nodo da sciogliere è l’accordo con la Provincia per la gestione del trasloco.
Una questione non solo economica, se è vero che il casus belli tra Comune e Provincia è principalmente il futuro della vecchia sede del liceo artistico. In effetti né il sindaco (assente durante la discussione) né gli assessori competenti hanno fatto chiarezza su questo punto, limitando il dibattito alla questione tecnica della variante.

In mancanza di rassicurazioni su questo punto, la lista Progetto città ha votato contro la variante, mentre Zappoli (Prc) si è addirittura rifiutato di prender parte alla votazione per protestare contro le mancate risposte della Giunta. Più morbida la posizione del centrosinistra, che si è astenuto: "non votiamo contro la variante per non penalizzare ulteriormente il liceo artistico– spiega il segretario cittadino dei Ds, Fabrizio Mirabelli – ma è chiaro che senza raggiungere un accordo con la Provincia non si va da nessuna parte"

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.