Luinese, mancano gli alberghi, le nuove strutture restano al palo

Dopo una stagione turistica sotto tono un'altra doccia fredda per l'Alto Varesotto: la riqualificazione di un'area industriale rischia di divenire una cattedrale nel deserto. Motivo? Mancano gli investitori

Mancano i turisti nel Luinese, chiudono gli alberghi "storici" e stentano a partire quelli in costruzione. La riprova di questa situazione è il progetto di realizzazione di un complesso residenziale a Creva, popolosa frazione di Luino, dove un albergo in cantiere (i lavori non sono ancora iniziati) rischia di restare una cattedrale nel deserto perchè non si trovano gli acquirenti. Il cartello dell’impresa arreca una splendida immagine di come diventerà l’area dell’ex filatura Hussy (nella foto, gli stabilimenti prima della ristrutturazione), ma una nube di dubbi si abbatte sui lavori. In quell’area, secondo il progetto iniziale, devono sorgere un complesso  residenziale, in buona parte già fatto, un albergo da 120 stanze e un mercato coperto. 
Le due strutture, gli appartamenti e l’albergo, però, sono vincolate dalla convenzione stipulata tra il comune e la società vincitrice dell’appalto: niente residence se non apre l’albergo. Nel piano regolatore, infatti, residence e albergo sono previsti come un tutt’uno e non come strutture separate. Peccato che l’albergo, a tre anni dall’apertura del cantiere, non sia ancora stato iniziato. Perché? Nessuno ha intenzione di aprirlo: «Al momento non mi risulta siano state formalizzate richieste da parte di acquirenti o possibili gestori dell’albergo  – spiega Luca Minelli, assessore ai lavori pubblici del comune di Luino». In pratica non c’è nessun accordo scritto. Parole che spiegano una situazione di stallo e di poco interesse da parte degli operatori del settore alberghiero ad investire a Luino. Dunque oltre al rischio di non veder nascere l’albergo si corre il rischio di avere un complesso di abitazioni nuovo ma inutilizzabile perché legato alla struttura alberghiera.
La notizia del mancato decollo dell’albergo di Creva giunge dopo una stagione turistica fiacca e per certi versi deludente e dopo l’annuncio dato dai proprietari dello storico "Albergo Binda" di Luino, che ha chiuso i battenti. Nell’hotel era stato girato il celebre film "Venga a prendere il caffè da noi", con Ugo Tognazzi, girato dal regista Alberto Lattuada

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.