Myers, vendetta a Varese

Un canestro pesante della guardia sconfigge Varese sulla sirena (87-90)

Carlton Myers si vendica dei fischi di Masnago e non replica l’errore sul pallone decisivo commesso l’anno passato con la maglia di Roma. La bomba dell’ex azzurro sulla sirena (nonostante la marcatura intensa di De Pol) consegna a Siena la vittoria al termine di un incontro altamente spettacolare, in cui Varese avrebbe meritato sul serio i due punti.

A decidere sono, come spesso capita, gli episodi. Varese paga una palla persa da Meneghin in maniera terribile a 15” dalla fine, ma pure una serie di fischi che hanno mandato Cadeo su tutte le furie. In particolare è pesato, secondo il coach (che nel dopo gara ha fatto i complimenti a tutti i suoi giocatori), il tecnico dato a Farabello e “non dato” in diverse occasioni ai giocatori di Siena.

 

Cadeo innesta Callahan in quintetto, Recalcati sceglie Galanda e Rentzias sotto i tabelloni. Inizio piacevole con i guizzi di Thornton da una parte e gli assist puntuali per Nolan dall’altra, poi Varese allunga decisa: Meneghin (non sufficiente nel complesso della gara) sente la sfida e centra due siluri da lontano, subito imitato da Becirovic per il 15-8 del 5’. Primo giro di cambi: dentro Farabello, Bowdler e Myers, subissato dai fischi. Vanterpool stringe la marcatura su Becirovic ma commette il secondo fallo. Galanda infila la sua prima bomba con l’aiuto degli arbitri che non vedono i piedi dell’azzurro ben oltre la linea dei 6,25 (21-15). Nel finale della prima frazione Recalcati prova la zona, un accorgimento bucato da Farabello ma non da Allegretti, così Stefanov e Kakiouzis propiziano il rientro di Siena. Due liberi di Thornton ed una brutta gestione da parte dei biancorossi sull’ultimo possesso mettono termine alla prima frazione: 25-24.

Ancora zona per Siena al rientro, cui il coach azzurro aggiunge pure il pressing dando fondo alle risorse della propria panchina infinita. Myers sorpassa con 7 punti in un’azione che comprende pure un tecnico a Farabello (quarta penalità). A comminarla un Colucci in confusione mentale che subito dopo inventa un “passi” di compensazione contro Chiacig. Digbeu rivitalizza Varese con una tripla che sblocca lo stallo offensivo. Stefanov è micidiale, Digbeu pure e il punteggio si gonfia ad ogni azione: De Pol pareggia 38-38 al 16’. “Air France” è indemoniato: prima di uscire sostituito infila la quarta bomba della sua gara che rilancia in orbita Varese, cui “Sani-Boy” aggiunge altri due punti filando in contropiede (45-38). Varese mantiene il vantaggio fino al riposo: 49-44.

 

Myers apre alla grande la ripresa con due triple per un nuovo vantaggio ospite. Al 23’ Nolan si ricorda di essere “the Storm” e va a segno in mezzo a tre toscani (per ben tre volte) dopo un lunghissimo digiuno. Il risveglio di Nolan è di sprone a Varese e a Meneghin che, imbeccato da Becirovic, schiaccia il contropiede del 59-56. Farabello commette il quinto fallo appena rientrato mentre è ancora Myers a condurre la Montepaschi. Nolan ormai è lanciato, altri 5 punti e Varese continua a menare le danze a ritmi elevati (67-61 al 27’) contro una Mens Sana insolitamente fallosa dal punto di vista delle infrazioni. Siena però sa essere micidiale: quando Varese commette due errori consecutivi gli uomini di Recalcati capitalizzano, con Kakiouzis, le occasioni buone per tornare a condurre. Al 30’ è il greco a portare i suoi avanti di 2 (69-71).

 

Ultimo quarto. Digbeu e Myers si rispondono subito da 3 punti, Cadeo toglie un Bowdler ancora insufficiente e ripropone Dan Callahan contro il mobilissimo Kakiouzis che continua a colpire Varese. Becirovic di classe e Callahan con il coraggio tengono i biancorossi a galla nonostante qualche crepa difensiva. Quando però i Cadeo-Boys chiudono come si deve pure Siena inizia a faticare, anche perché Varese riesce a mantenere in equilibrio la lotta a rimbalzo. Stefanov e Becirovic prendono in mano le operazioni sui due fronti ma due errori di Nolan e la tripla di Myers dall’angolo puniscono in modo pesante i biancorossi, che vanno sotto 80-87 a due minuti e mezzo dalla sirena finale. Thornton però sfonda malamente su Digbeu, Becirovic non si fa pregare e completa un bel gioco da 3 punti. Ancora l’ex canturino porta acqua al mulino di Varese: prima si becca uno stoppone, poi commette il quinto fallo su Becirovic che impatta dalla lunetta. Zukauskas sbaglia due volte, ma l’errore terribile è di Meneghin che perde un pallone banale a metà campo ad opera di Vanterpool. Il caraibico finisce a terra con i grigi che vedono un fallo di Digbeu tra le proteste generali. Palla a Myers contro De Pol: il triestino fa di tutto, costringe ad arretrare la guardia che poi, all’ultimo secondo utile, manda Siena in paradiso.

 

Pall. Varese – Montepaschi Siena 87 – 90

 

Varese: Farabello 3 (0-1, 1-2), Bowdler 3 (0-1), Becirovic 26 (6-11, 1-2), De Pol 3 (1-2, 0-1), Digbeu 15 (5-9 da 3), Meneghin 10 (2-5, 2-5), Giadini ne, Callahan 4 (2-5), Nolan 21 (7-13, 1-5), Frattini ne, Marin ne, Allegretti 4 (0-2 da 3). All. Cadeo.

Siena: Stefanov 17 (6-9, 1-4), Zukauskas 2 (1-4), Galanda 7 (2-4, 1-1), Vanterpool 2 (0-3, 0-1), Myers 29 (1-2, 6-7), Thornton 14 (4-6, 0-4), Datome ne, Chiacig (0-1), Kakiouzis 16 (5-8, 1-3), Lamma (0-1), Rentzias 3 (1-3). All. Recalcati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.