Nei locali pubblici stop, o quasi, ai fumatori

Gli esercizi pubblici potranno riservare ai fumatori spazi e locali fisicamente separati e opportunamente ventilati, dove sarà possibile servire e consumare bevande e cibi

Il Consiglio di Stato ha approvato questa mattina il messaggio presentato dal Dipartimento delle Istituzioni (DI), preparato in collaborazione con il Dipartimento della Sanità e della Socialità (DSS), che attraverso una revisione della Legge sugli esercizi pubblici, stabilisce il principio del divieto del fumo negli esercizi pubblici del Cantone.

Secondo la versione del decreto approvato dal Governo, gli esercizi pubblici potranno riservare ai fumatori spazi e locali fisicamente separati e opportunamente ventilati, dove sarà possibile servire e consumare bevande e cibi.

Gli esercenti avranno fino a un anno di tempo dall’entrata in vigore della legge per adeguarsi alle nuove disposizioni.

Le motivazioni a sostegno di questa modifica sono desunte da un rapporto dell’ottobre 2003 allestito da un gruppo di lavoro presieduto da Andrea Gianinazzi dell’Ufficio di promozione e di valutazione sanitaria, designato dall’Esecutivo cantonale in risposta ad una petizione sottoscritta da oltre 11’000 cittadini che postulavano un intervento pubblico contro il fumo passivo a sostegno della salute dei cittadini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.