No al condono edilizio nei parchi lombardi

Approvato a maggioranza un emendamento alla legge regionale

Nessun condono edilizio per i Parchi Naturali lombardi. Lo stabilisce la legge approvata ieri dal Consiglio Regionale della Lombardia, che ha recepito un emendamento proposto da Milena Bertani, capogruppo Udc e coordinatrice di Federparchi Lombardia oltre che presidente del Parco del Ticino.

 

La modifica al testo della legge, approvata a maggioranza, esclude dal condono le opere abusive realizzate nelle aree a parco naturale, nei parchi regionali, nelle riserve naturali, nei monumenti naturali e nelle aree demaniali.

 

Un emendamento che ha suscitato un vivace dibattito al termine del quale ha prevalso il senso di responsabilità dei consiglieri regionali lombardi.

 

«A nome dei presidenti dei parchi inseriti in Federparchi Lombardia con i quali abbiamo ampiamente discusso i contenuti del provvedimento individuandone le aree di miglioramento – commenta Milena Bertani – esprimo soddisfazione per le proposte  inserite nel testo di legge. Con questi adeguamenti abbiamo introdotto strumenti fondamentali per la tutela dell’ambiente e per garantire ai cittadini lombardi il nostro deciso impegno a favore dello sviluppo sostenibile. La norma che esclude sanatorie dai parchi regionali e dai parchi naturali della nostra regione è un passo importante per il nostro futuro e per quello del nostro territorio. Un’importanza sulla quale si sono ritrovati d’accordo esponenti di maggioranza e minoranza in Consiglio Regionale, a dimostrazione del fatto che la salvaguardia ambientale e la tutela della biodiversità sono impegni che non possono avere colore politico».

 

Con la nuova legge sul condono edilizio vengono fissati i casi di esclusione e i limiti della sanatoria, con l’introduzione di vincoli più severi rispetto alla normativa nazionale. A differenza di altre regioni, in Lombardia non potranno essere sanati gli edifici residenziali, produttivi e commerciali costruiti da zero senza concessione edilizia. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.