Novanta volontari per trovare l’anziano disperso

Nei giorni scorsi battuta a tappeto tutta la zona boschiva, ma di Arturo Ferrario nessuna traccia

Oltre novanta volontari alla ricerca di Arturo Ferrario, l’anziano tradatese scomparso da casa giovedì 7 ottobre. Nei giorni scorsi i volontari della Protezione Civile della città si sono nuovamente mobilitati per cercare l’uomo: è stata infatti organizzata, con la collaborazione della Polizia Locale, una ricerca a tappeto nei boschi del tradatese. Ricerca che ha visto protagoniste oltre 90 persone e che si è svolta fino ad arrivare alla macchia boschiva di Mozzate. Sono stati perlustrati tutti i sentieri e le piccole insenature del terreno, ma dell’uomo di 81 anni ancora nessuna traccia.

La trasmissione televisiva Chi l’ha visto? è tornata ad occuparsi del caso del tradatese, da tempo malato di Alzhaimer, con visibile tremore a mani e testa. La settimana scorsa giunse alla trasmissione una segnalazione che l’uomo era stato visto a Milano. sono partite subito le riocerche, coordinate dai carabineiri di Saronno, che hanno coinvolto anche le forze dell’ordine milanesi. Ma purtroppo non si è avuto più alcun riscontro e finora non sonio giunte più alcun tipo di segnalazioni.

Ricordiamo che Arturo Ferrario, capelli grigi e occhi verdi, è alto 1,77 m, ha un forte tremito a testa e braccia e al momento della scomparsa indossava pantoloni e golf beige e una camicia bianca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.