Obesity Day: all’ospedale di Saronno informazioni e consigli

Lunedì 11 ottobre, dalle 14.30 alle 17.30, l’Ambulatorio dell’Obesità sarà a disposizione dei saronnesi

Un pomeriggio dedicato al controllo del peso e a promuovere i principi di una corretta alimentazione e di un sano stile di vita. E’ quanto propone l’Ospedale di Saronno, in particolare l’Ambulatorio per la Diagnosi e la cura dell’Obesità, lunedì 11 ottobre ai cittadini che volessero saperne di più sui rischi e le patologie correlati ai "chili di troppo" come diabete e problemi cardiovascolari.

Il presidio cittadino ha infatti aderito per il secondo anno consecutivo alla manifestazione nazionale "Obesity day", un’iniziativa, giunta alla quarta edizione, promossa dall’Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica che coinvolge 140 centri per l’obesità in tutta Italia.

I medici dell’Ambulatorio dell’Obesità, facente parte dell’Unità Operativa di Medicina diretta dal primario dottor Giuseppe Monti e ubicato nel Padiglione Verde, saranno a disposizione dei saronnesi dalle 14.30 alle 17.30 per fornire informazioni e materiale divulgativo su questa patologia. Inoltre, quest’anno, gli specialisti punteranno a diffondere anche le "dritte" necessarie per una corretta lettura delle etichette alimentari dei prodotti in commercio, sia dal punto di vista del contenuto calorico dei cibi sia da quello, ancor più importante, del loro valore nutrizionale. E questo in accordo con quanto prescrivono le direttive dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità.

Quello dell’eccesso ponderale – che comprende sovrappeso e obesità – è un fenomeno da non trascurare: i dati ISTAT del 2001 rilevano che in Italia è obeso il 9-10% della popolazione – 9,6% è il dato relativo alla Lombardia – con un incremento della patologia del 50% negli ultimi 5 anni con costi di cura che si aggirano intorno a 22,8 miliardi di euro all’anno, il 68% dei quali vengono spesi per l’ospedalizzazione.

Scopo ulteriore dell’iniziativa è anche quello di far conoscere ai cittadini le strutture che sul territorio possono essere un punto di riferimento per chi desidera essere seguito correttamente nel controllo del peso, evitando diete drastiche e un pericoloso "fai da te". Proprio come quella dell’Ospedale di piazzale Borella, aperta dal 1998, che per i primi sei mesi del 2004 ha al suo attivo 1500 prestazioni ambulatoriali tra prime visite, controlli e terapie psicoeducazionali di gruppo. 

All’Obesity Day lo scorso anno sono giunte in Ospedale a richiedere chiarimenti e informazioni su questa patologia 80 persone, il 65% donne, con un’età media di 45 anni, residenti prevalentemente a Saronno e nei comuni limitrofi, con un’istruzione media-superiore (2/3 con diploma di scuola media superiore) e con precedenti dietetici nel passato (circa il 22% dei casi), costituiti da regimi alimentari senza controllo medico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.