Perde 1.400 euro al videopoker e simula una rapina

Un ragazzo di 26 anni si è presentato ai carabinieri con il volto pieno di lividi dicendo di essere stato derubato

Si è presentato ai carabinieri pieno di lividi, dicendo di essere stato derubato. Invece aveva perso tutto al videopoker. È accaduto nella giornata di venerdì, a Morazzone, quando un 26enne del paese si è presentato alla stazione dei carabinieri di Carnago con il volto coperto di lividi. Agli uomini dell’Arma ha detto di essere stato picchiato da due malviventi che gli avevano anche rubato il portafogli con dentro oltre 1.400 euro in contanti, che sarebbero serviti al pagamento dell’assicurazione della propria auto. A compiere il fatto, secondo il giovane, sarebbero state due persone che sulla strada, che stava percorrendo a bordo della propria Peugeot 206, gli avrebbero chiesto aiuto per la foratura di un pneumatico.

Secondo i carabinieri, però, qualcosa nella storia del ragazzo non funzionava e hanno approfondito le indagini avviando ricerche e sentendo nuovamente il ragazzo. Il giovane ha così ammesso subito la propria colpa: non c’è stata alcuna rapina e i lividi sul volto se li era procurati lui stesso per rendere più credibile la storia. Infatti, il portafoglio del ragazzo, un operaio incensurato, è stato ritrovato ben nascosto nell’auto.

Il 26enne si sarebbe quindi inventato tutto per giustificare ai genitori la scomparsa dei soldi, persi alle macchinette di video-poker e slot machine di un bar della zona. Il ragazzo, intanto, è stato denunciato a piede libero, mentre i militari stanno indagando per capire meglio come e dove sia stata spesa l’elevata somma di denaro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.