«Polemiche sterili, non andremo avanti»

Prosegue il botta e risposta tra il sindaco e i partiti di opposizioni in merito all'ultimo consiglio comunale

 

 riceviamo e pubblichiamo

Delusi dalla scelta di Gilli che preferisce lo scontro dialettico al confronto con le opposizioni sui temi della città, ci permettiamo, in relazione a quanto fatto pubblicare dallo stesso, di precisare quanto segue:

–         quando parla di volontà di personalizzare probabilmente si rivolge  a se stesso visto che il culto della persona e quindi la personalizzazione della politica è arte nella quale Gilli, a modello del primo ministro Berlusconi, è maestro; 

–         il tentativo di confondere le carte appare evidente quando si parla di verbali dei consigli comunali; il testo tratto dal verbale è a pagina 52 in riferimento ad un altro piano di recupero, così come precisato nel precedente intervento,  e non a pagina 56 ed esemplifica, senza nessuna estrapolazione artata, la logica  di questa Amministrazione sui temi urbanistici; (“io non c’entro la colpa è di altri”);

–          tant’è che la variante generale al PRG deliberata dalla giunta Tettamanzi è stata modificata con delibera n. 44 del 7 Luglio 2003, delibera n. 45 del 7 luglio 2003, delibera n. 67 del  20 ottobre 2003, delibera n. 68 del 20 ottobre 2003, e non solo per leggi superiori intervenute, ma rispetto all’art. 25delle norme tecniche di Attuazione, al punto della  definizione dell’indice di edificabilità,  per scelta politica; ed in particolare questa scelta ha consentito l’adozione, conforme alle norme stesse, del piano di recupero di via Novara (casa della Sciatica).

Prendiamo quindi atto dell’incapacità a dialogare ed eviteremo da adesso in avanti di scendere ancora sul terreno della polemica sterile.

Ci permettiamo infine di rimandare al mittente la similitudine di chiosatore causidico. Chi se non l’estensore dell’articolo citato, che purtroppo non chiosa niente,  si può verosimilmente chiamare causidico?  

UNITI PER SARONNO (DS-MARGHERITA-SDI-CIS)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.