Premio ai cittadini, assente il centrosinistra

Cerimonia ufficiale per la consegna della civica benemerenza. Il sindaco sottolinea l’assenza dell’opposizione: «mancanza di rispetto a tutti i saronnesi»

Consegnate le civiche benemerenze della Ciocchina, il riconoscimento che da dieci anni viene assegnato a cittadini che si sono particolarmente distinti per il loro impegno nei confronti della città. Il tutto è avvenuto sabato, non senza polemiche, durante la Festa del Trasporto, la festa della città, nella sala consiliare Vanelli, nell’ex Seminario. Il primo cittadino, Pierluigi Gilli, ha infatti voluto sottolineare l’assenza del centrosinistra a una manifestazione piuttosto importante per la vita cittadina.

Alla cerimonia erano presenti oltre 200 cittadini, un vero successo per l’undicesima edizione dell’iniziativa, la seconda interamente gestita dal Comune. I premiati di quest’anno sono stati due cittadini e due associazioni: il presidente del gruppo astrofili, Luigi Ferioli; fondatore all’ospedale di Saronno della Scuola di riabilitazione alla parola per larigectomizzati, Luigi Basilico; i rappresentanti delle associazioni Unitalsi ed i volontari dell’emittente locale Radiorizzonti. «Quest’anno, la Civica Benemerenza, dopo una scelta difficile da parte della Giunta Municipale per l’abbondanza e la grande qualità delle segnalazioni pervenute – ha spiegato il primo cittadino durante il suo discorso -, viene attribuita a persone ed enti collettivi dalle origini e dalle funzioni estremamente diversificate: dall’attività divulgativa, a quella rieducativa, dall’informazione, all’assistenza agli svantaggiati. è un gesto simbolico rappresentativo del desiderio di tutti i Saronnesi di buona volontà di ricominciare insieme il cammino su una strada che sia sicura, aperta e gentile per tutti».

Numerose le autorità presenti. Assenti i consiglieri comunali di opposizione. Il sindaco, subito dopo la cerimonia, ha voluto poi riunire i giornalisti per sottolineare quanto accaduto: «Abbiamo consegnato i premi ai benemeriti ed i banchi del centrosinistra erano completamente vuoti – ha spiegato il primo cittadino – Non è venuto nemmeno un consigliere su nove. Certo, della maggioranza non c’erano tutti, ma la Giunta era presente». Infatti, tra i consiglieri di opposizione, nella sala consiliare era presenta solo Giancarlo Busnelli della Lega Nord.
«Si è mancato di rispetto non a me – prosegue Gilli -, non alla maggioranza, perchè in questo caso la politica proprio non c’entra niente. Qui si è mancato di rispetto ai premiati ed a tutti i saronnesi che invece c’erano ed hanno voluto, come noi, tributare un giusto riconoscimento alle persone ed alle associazioni che si sono meritate questo riconoscimento».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.