Prostituzione minorile, altri due arresti

Ad inchiodare i due il racconto di un sedicenne già implicato nell’indagine che ha portato all’arresto di Ferrario e Bellani

Violenza sessuale in danno di minori, atti sessuali a pagamento con minori e atti osceni in luogo pubblico. Sono questi i reati contestati a due varesini di 50 e 47 anni arrestati questa mattina dalla Squadra Mobile di Varese su ordine della magistratura varesina. Uno dei due finiti in manette, il cinquantenne, lavora a Varese. Il quarantasettenne, originario di Varese ma residente a Savona, è anche pregiudicato con reati collegati all’estorsione.
Al centro della vicenda il rapporto a pagamento innescato dai due con un ragazzino di 16 anni che si prostituiva nei pressi delle stazioni di Varese, lo stesso giovane implicato nell’arresto, il 12 ottobre scorso di Marco Ferrario “Fulminix” e Claudio Bellani.

Gli inquirenti hanno specificato che non vi sono elementi che possano ricondurre gli arresti di oggi con quelli avvenuti nelle scorse settimane. Quello che mette in relazione gli episodi è il sedicenne, affidato ad una casa famiglia di Varese che ha raccontato alla polizia rapporti con altre due persone.
Il ragazzo, già vittima di abusi sessuali in passato, incontrava i due uomini alla stazione di Varese e qui consumava una parte dei rapporti sessuali a pagamento. Il resto degli incontri avveniva nell’abitazione varesina del cinquantenne, e in una casa, in provincia di Varese, che il quarantasettenne residente a Savona utilizzava come pied a terre per le sue avventure. Tutto in cambio di denaro.

Questa mattina il Gip Ottavio D’Agostino, su richiesta del pubblico ministero Massimo Politi, ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare. I due sono stati arrestati dalla polizia a Varese e Savona e si trovano in carcere. I motivi che hanno spinto alla custodia cautelare sono da ricercarsi nel reato di violenza sessuale a danno di minori, dal momento che il giovane si trovava in condizioni di inferiorità psichica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.