Sconti per le famiglie numerose appassionate di sport

Il Consiglio comunale approva le linee guida per la gestione degli impianti sportivi

Nel giorno dell’anniversario della nascita del grande Garrincha, come prontamente ricordato dall’assessore allo sport Caccianiga, il Comune vota le linee guida per la gestione degli impianti sportivi.
Dopo la fumata nera della scorsa settimana, quando fu rispedito alle commissioni congiunte sport e bilancio, ieri sera il provvedimento è stato votato all’unanimità dal Consiglio comunale. Si trattava di un maxi-emendamento al testo di base, che metteva nero su bianco alcuni punti in precedenza piuttosto vaghi, aumentando i poteri del Consiglio rispetto alla Giunta e fissando alcuni rigidi paletti in materia di concessione degli impianti.

E’ stato trovato un accordo anche sull’unico vero punto di frizione tra le forze politiche, gli sconti alle famiglie numerose per l’accesso agli impianti. Fortemente voluta da Forza Italia, la misura è stata oggetto di critiche da parte dell’opposizione e della Lega, perché prendeva in considerazione solamente la grandezza del nucleo familiare senza alcun criterio economico-sociale. Il partito di maggioranza relativa ha fatto così una parziale retromarcia, limitando la proposta a semplice raccomandazione da tenere presente al momento della stipula dei contratti con le società sportive.

Forza Italia insiste comunque sul carattere sociale del provvedimento, numerosi esponenti azzurri hanno fatto riferimento al concetto dello sport come servizio pubblico. Nelle linee guida si leggono frasi come «l’Amministrazione comunale di Varese riconosce che la pratica sportiva contribuisce al benessere psico-fisico dei cittadini e costituisce un importante momento di coesione sociale». O ancora «si riconosce la particolare rilevanza sociale della pratica sportiva di base e deriva il dovere di intervento, del Comune, a sostegno e garanzia della effettiva possibilità per i cittadini di svolgere attività motoria».
Le linee guida sono però opera del lavoro di tutti e l’opposizione non gradisce che Forza Italia si appropri del provvedimento: «quando, in sede di bilancio, bisognava votare le vere politiche a sostegno della famiglia – afferma il leader dell’Ulivo Alfieri – il partito di Berlusconi ha sempre risposto negativamente ed ora cerca di recuperare facendo propri alcuni principi generali, contenuti nel provvedimento e condivisi da tutti. La vera natura di Forza Italia verrà fuori alle prossime discussioni sul bilancio, li aspettiamo al varco».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.