Si va a scoprire il nuovo Varese

Il riscatto dei biancorossi inizia dalla prova casalinga odierna contro il San Colombano

Stadio Franco Ossola ore 15: si va a scoprire un nuovo Varese impegnato nel derby con il San Colombano. Il ko della coppia centrale della difesa (Brachetti e Mazzotta) e l’arrivo del nulla osta per l’ esordio degli italoargentini Pesci e Gavatorta hanno obbligato a scelte diverse l’allenatore varesino che se può avere qualche preoccupazione per la difesa a centrocampo invece è certo di contare su maggiore qualità ed esperienza. 
Il Varese vero con ogni probabilità lo avremo però a fine ottobre quando la società avrà completato la rosa e valutato bene la resa di ogni singolo giocatore, sta di fatto che sino al momento di tirare le somme occorrerà che la squadra si impegni al massimo per evitare di perdere punti. Ecco perché il derby con il San Colombano presenta non poche difficoltà, ma va affrontato con determinazione assoluta e senza pensare allo sconfitta patita a Lodi dove i biancorossi hanno incontrato un Fanfulla super, ma sono stati anche maltrattati dalla cattiva sorte.

«Sì – è l’allenatore Belluzzo (nella foto a destra) che parla – dobbiamo mettere alle spalle quel derby e guardare al prossimo avversario che è tutt’altro che facile, ma che possiamo affrontare a testa alta anche se abbiamo problemi di formazione».
Appunto, siete ancora in emergenza…
«Se pensiamo di avere perso con Brachetti e Mazzotta i due centrali titolari, possiamo dire che abbiamo un problema, ma non un’emergenza assoluta perché con Pascuccio e Cavallaro si può porre rimedio, se ci riferiamo poi al centrocampo allora l’esordio di Pesci e Gavatorta potrebbe essere da subito anche un salto di qualità. C’è invece un altro risvolto da prendere in considerazione se guardiamo alla squadra che affronta i lodigiani: è la prima volta che i ragazzi giocano assieme. Comunque mi aspetto lucidità, grinta, voglia di risultato sino all’ultimo secondo, cioè per prima cosa si faccia di tutto per vincere».

La difesa potrebbe incontrare difficoltà…
«Ho appena parlato di determinazione, di impegno: che ciascuno cominci a portare il suo mattone. Oltre ai centrali nuovi di zecca ci sarà anche la novità Macchi schierato a sinistra, lui che è forte a destra, ma di necessità si fa virtù».

Al loro primo allenamento il leccese Buono e il messicano "Cuchillo" sono sembrati ottimi difensori: la società segue attentamente la squadra.
«Certamente, tanto che mi ha dato due centrocampisti come Pesci e
Gavatorta e sono in arrivo Farias, bella mezzapunta di scuola sudamericana, e Sehic che già conoscete come ottimo centravanti, ma detto che Croci e Chietti in attacco fanno il loro dovere, devo aggiungere che alle buone prospettive future oggi dobbiamo dare solida base e quindi mi aspetto che il Varese giochi con impegno e con profitto il derby contro un San Colombano che ha un punto meno di noi ed è molto forte».

Oggi si conoscerà il numero degli abbonati e si attende anche un buon pubblico. 10 euro per la tribuna, 5 per i distinti e le curve.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.