Sicurezza, i sindacati non abbassano la guardia

A dieci anni dall’entrata in vigore della legge 626 un’assemblea per fare il punto

Precariato, ore di lavoro troppo lunghe e gestioni del lavoro “al risparmio”. Sono questi i mali che il sindacato ha individuato nell’ultima riunione tenutasi alla sede della Cgil di via Nino Bixio a Varese. Il tutto  proprio a 10 anni dall’entrata in vigore della legge 626.
Nel corso della riunione è stato effettuato un aggiornamento su diversi aspetti:

dall’informazione sull’ assemblea nazionale unitaria dei Rls / Rlst (15 ott. Modena) al monitoraggio territoriale sul disagio lavorativo – stress, dal monitoraggio delle aziende chimiche  alla formazione.

Alla riunione hanno partecipato Daniela Rota, responsabile Dipartimento Sicurezza Cgil Regionale e il Dott. Andrea Bagaglio Asl-Varese. 

«Stiamo attraversando un’importante fase di contrattazione con le aziende e appare prioritario fare chiarezza sull’importanza del ruolo dei rappresentanti della sicurezza, gli rsl – ha spiegato Umberto Colombo, della Cgil di Varese – . Il tutto considerato l’intento di destrutturazione che questo governo ha dimostrato nel voler gestire la questione della sicurezza sui luoghi di lavoro. Dobbiamo tenere alta la guardia».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.