“Tolleranza zero” contro graffitari

Salomi (UDC) scende in campo contro chi imbratta i muri con gli spray

Tolleranza zero: ecco la risposta da dare agli writer nostrani secondo l’UDC di Busto Arsizio.
Il capogruppo in consiglio comunale Enrico Salomi, con una risoluzione che intende discutere nella prossima convocazione del consiglio, invita il sindaco e la giunta ad applicare nei confronti dei "graffitari" la "tolleranza zero", tanto dal punto di vista della prevenzione (installando telecamere, come già previsto dall’Amministrazione Comunale) che da quello repressivo, estendendo anche alla notte il pattugliamento dei vigili. Tutto ciò per «debellare un fenomeno di vandalismo che negli ultimi tempi ha raggiunto proporzioni preoccupanti». 
Salomi cita inoltre l’esempio dei comuni di Milano e Saronno, invitando l’amministrazione a bandire una gara d’appalto per affidare ad un’impresa specializzata i lavori di pulizia degli stabili comunali; chiede inoltre che ai privati che hanno subito i vandalismi sulle loro proprietà siano garantiti prezzi vantaggiosi per la ripulitura dei muri, «contribuendo così a migliorare l’immagine generale di Busto Arsizio». 
«In realtà la mia è una proposta aperta» – spiega Salomi –  «Sono pronto a discuterne, l’importante è che lo si faccia seriamente, perché il problema c’è ed è sentito. Diciamo che era necessario lanciare un sasso nello stagno, un segnale forte, se vogliamo una provocazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.