Un successo la mostra sui libri antichi

Boom di visitatori. L'esposizione è stata prorogata fino al 24 ottobre

Visto il successo con 773 visitatori in 20 giorni di esposizione al pubblico e 6 visite guidate, la mostra dei pregiatissimi Libri Antichi della Biblioteca comunale allestita al Museo Giovio è stata prorogata fino al prossimo 24 ottobre.

La mostra organizzata nell’ambito delle manifestazioni di Parolario, è stata inaugurata venerdì 10 settembre al Museo Archeologico Giovio e presenta una scelta di volumi e manoscritti rilegati prosseduti dalla Biblioteca dei Musei Civici di Como, che datano dal XV al XIX secolo, restaurati nel corso degli ultimi cinque anni con il contributo della Regione Lombardia. Si intende, con questa esposizione, mostrare il risultato di complesse e delicate operazione di restauro che permettono di tutelare questo prezioso patrimonio e trasmetterlo in condizioni ottimali alle generazioni future. Tra i libri a stampa un bellissimo "Dizionario mitologico" illustrato a colori del XIX secolo; il pregevole "Libro dell’Architettura" di Sebastiano Serlio (1566); le "Le Istorie del suo tempo" di Paolo Giovio, nell’edizione veneziana del 1560 e il "Compendio delle croniche della città di Como" di Francesco Ballerini, stampato a Como nel 1619. Infine, due fogli manoscritti su pergamena utilizzati come legature di due volumi, sono stati staccati e restaurati a parte e vengono esposti accanto ai volumi di cui costituivano la copertina (ora sostituita). I restauri dei libri in mostra sono stati eseguiti da Alessandra Furlotti, Francesco Rizzo e dal laboratorio di restauro della comunità monastica benedettina di Vertemate con Minoprio.

DOVE
Museo Paolo Giovio, piazza Medaglie d’Oro 1, Info al numero 031/27 13 43. Orari: mart-sab 9.30-12.30; 14-17; domenica 10-13, lunedì chiuso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.