Varese a viso aperto contro la capolista Siena

La squadra di Recalcati vuole rimanere imbattuta, quella di Cadeo è decisa a ripetere la prova di giovedì (PalaIgnis, 18,15)

Vigilia di trepidazione per Varese e la sua squadra di basket: dopo aver fermato in maniera brillante la Pompea Napoli i biancorossi si apprestano ad affrontare la favorita numero uno della Serie A. A Masnago sbarca la Montepaschi Siena di sua maestà Charlie Recalcati, campione d’Italia in carica ed unica formazione imbattuta dopo le prime quattro giornate.

 

L’occasione, per Meneghin e compagni, è davvero ghiotta. Una vittoria contro Siena equivale a lanciare un segnale forte nei confronti di tutte le dirette concorrenti per un posto al sole, quello che a fine girone di andata consentirà di giocare le Final Eight di Coppa Italia e che al termine della stagione regalerà la griglia dei playoff.

Siena però non è disposta a concedere a Varese la ribalta dei riflettori. E’ vero che i toscani non hanno particolarmente brillato in questo inizio di stagione, però è altrettanto giusto sottolineare come fino ad ora siano sempre usciti indenni dai “tranelli” tesi da squadre di secondo piano, segno che nei momenti importanti i biancoverdi possono contare su una buona tenuta mentale.

 

Varese si presenta al big-match in buone condizioni di forma, eccezion fatta per il solo Bolzonella, ancora assente ma quasi pronto al rientro. Nolan (intervistato ieri sia dalla Gazzetta che da Tuttosport) si gode con estrema umiltà il grande momento di popolarità ritagliatosi con questo inizio super di campionato mentre Sani Becirovic continua a lavorare con pazienza insieme al preparatore atletico Pilori per migliorare la propria tenuta fisica. Tra l’altro si è venuto a sapere che Sani ha disputato la partita di giovedì con 39 di febbre e ciò non fa che aumentare lo stupore per le giocate che ha saputo disegnare sul parquet.

 

Sotto il profilo tattico le due squadre presentano differenze marcate nel settore dei lunghi, dove Siena può chiaramente approfittare di un maggior “tonnellaggio” e di un gran numero di soluzioni offensive grazie ai vari Chiacig, Galanda (due argenti olimpici cui va tributato un bell’applauso), Rentzias e Kakiouzis. A tal proposito Cadeo ha bisogno di una prova quanto meno in crescita da parte di Cal Bowdler, piuttosto anonimo nelle prime uscite al di là di un buon numero di rimbalzi nei minuti di utilizzo. Serviranno anche la dedizione di Callahan e De Pol per preservare Nolan dai falli e dai raddoppi che prevedibilmente sono stati disegnati da Recalcati. Diversa è la situazione a livello degli esterni dove le due squadre sembrano avvicinarsi nei valori in campo. Si inizierà alle 18,15 in punto in un PalaIgnis che ci si augura pieno come l’importanza del match richiede.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.