Venditori ambulanti contro il Mercato del Forte

Dopo la Confcommercio, anche per l’associazione nazionale di settore l’iniziativa di domenica non avrebbe alcun interesse turistico

Dopo la Confcommercio anche la l’Anva (l’associazione nazionale venditori ambulanti), che fa capo a Confesercenti, si scaglia contro il mercatino di Forte dei Marmi in programma a Lavena Ponte Tresa per domenica 31 ottobre. «Confondiamo turismo con ricreazione, riusciamo a presentare un mercatino come importante iniziativa turistica – spiegano dalla presidenza dell’associazione – per scoprire poi che chi vi ha partecipato proviene da Gazzada o da Gornate Olona. L’assessore al Commercio di Lavena Ponte Tresa sta compiendo un capolavoro: spacciare per turismo un mercato d’ambulanti d’abbigliamento provenienti da Forte dei Marmi. Sperimentazione già avvenuta nella città di Varese, con risultati devastanti per l’intero settore del commercio locale».

«Al contrario si lascia ancora il mercato settimanale in condizioni precarie, si proibisce a questi ambulanti di sperimentare mercati domenicali – proseguono dall’associazione -. Come già successo in altre località in questa giornata il mercato improvvisato venderà prodotti simili a quelli dei nostri operatori, i nostri ambulanti saranno a riposo e i negozi del centro saranno unicamente spettatori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.