Ventenne, giardiniere, spacciatore di ecstasy

E' stato perquisito e arrestato nella casa dove viveva con i genitori, dopo il ritrovamento di oltre 500 pasticche. Era incensurato

Se ne stava nella sua stanzetta da adolescente della sua casa dove vive insieme ai genitori, nella quieta Laveno Mombello, quando la squadra Mobile di Varese l’ha perquisito e tratto in arresto. Il giovanissimo, il cui nome non è stato reso noto, ha solo 20 anni, di professione fa il giardiniere ed è un ragazzo incensurato e soprattutto insospettabile.

Ma la polizia di varese ha trovato nella sua stanza un numero eccessivo di “mentine”: oltre 500 pillole di ecstasy dall’aria quasi buffa (queste erano verdi col “baffo” della Nike), ma che nelle discoteche sono vendute a 10 euro a pezzo e creano qual famoso “sballo” di cui tanto si parla ma normalmente poco si fa per evitarlo. Il ragazzo aveva con sé anche mezz’etto di hascisch, ma questo è solo un dettaglio: i risultati della perquisizione hanno evidenziato in maniera netta quale fosse il  suo principale oggetto di commercio.

Al giovane di Laveno la mobile varesina è arrivata su segnalazione del nucleo di polizia di Domodossola, che stava indagando su un giro di ecstasy nelle discoteche della loro zona. Ora le ricerche proseguono per scoprire la provenienza di queste pasticche, dall’aria ingenua e quasi buffa (ce ne sono anche con i personaggi dei Simpson) ma dall’effetto devastante sugli adolescenti in vena di divertimento estremo: la direzione delle indagini punta verso il Nord Europa (La maggior parte del mercato proviene da Belgio e Olanda) oppure proprio verso la Val d’Ossola, dove poi si consuma il commercio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.