“Paulu Piulu”, amore e solitudine in una Sicilia inedita

Sabato alla libreria Abrigliasciolta Giorgio Morale presenterà il suo romanzo. Con lui l'attore Roberto Anglisani, la chitarra di Emilio Bezzi e dal clarinetto di Jacopo Tarantino

Sabato 17 settembre (inizio ore 19), alla libreria Abrigliasciolta a Varese, Giorgio Morale presenterà il suo romanzo "Paulu Piulu" (Manni editore). Con lui l’attore Roberto Anglisani, la chitarra di Emilio Bezzi e il clarinetto di Jacopo Tarantino.
"Paulu Piulu" è l’incipit di una filastrocca siciliana e il titolo del romanzo di esordio di Giorgio Morale. L’autore dà vita a una Sicilia inedita e luminosa, dove si svolge l’avventura della sua formazione. Una povertà estrema, quella della famiglia del protagonista, ci dà la misura delle condizioni in cui si trovava l’Italia nel secondo Dopoguerra; al contempo esalta le scoperte essenziali dell’infanzia, che qui diventa metafora esistenziale.

Attraverso gli occhi e i sensi dell’autore vediamo come per la prima volta nascere gli affetti, alternarsi il giorno e la notte, scorrere le stagioni, manifestarsi la pioggia, il vento, il mare, prendere vita le feste, i personaggi e i luoghi cittadini. Sempre attraverso lo sguardo del piccolo protagonista, rigorosamente mantenuto per tutto il racconto, la storia personale si congiunge con quella collettiva e il romanzo di formazione diventa epopea familiare, quando, agli inizi degli anni Sessanta, prima il padre e poi la madre di Paolo sono costretti a emigrare. Ne seguiamo le vicende attraverso le lettere e i racconti, che fanno rivivere la durezza dell’emigrazione e la favolosità dei ricchi paesi lontani.

L’apprendistato di Paolo si fa adesso più aspro e il protagonista viene a contatto con i contrasti di una società più vasta di quella familiare: ecco allora l’esperienza della scuola e del collegio, la solitudine e la scoperta della morte, ma anche la rivelazione dell’amore e del potere evocativo della scrittura, "un nulla che tutto può contenere". 

 

Il libro

Giorgio Morale,
Paulu Piulu,
editore Manni,
pp. 176, euro 15

 

Giorgio Morale

Giorgio Morale è nato ad Avola (Siracusa) nel 1954 e dal 1972 risiede a Milano. Si è laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Milano. Dal 1981 al 1988 è stato caporedattore dei periodici culturali Together e La tribù e responsabile dell’ufficio stampa dell’Istituto di Antropologia della Comunicazione e del cine-teatro Ducale di Milano. Nel 1989 ha pubblicato Comuna Baires. Storia di vent’anni di teatro presso la Casa Usher. Dal 1989 insegna Materie Letterarie nelle Scuole Superiori. Nell’aprile 2005 il suo romanzo d’esordio nella narrativa Paulu Piulu è stato pubblicato dall’editore Manni.

 

Roberto Anglisani

Roberto Anglisani è nato a Taranto il 29/8/1955. Inizia la formazione nella Comuna Baires nel 1977, con cui partecipa a vari festival internazionali. Partecipa a stages con J. Grotowskj e i suoi attori, presso il CRT a Milano. Nel 1980 frequenta la scuola di R. Manso a Milano. Nel 1985 vince una borsa di studio della C.E.E.  per una formazione di alcuni anni con Dominic De Fazio (Actor’ Studio, New York). Ha inoltre frequentato la Scuola di Animazione del Piccolo Teatro di Milano. Nel 1989 collabora con Marco Baliani al progetto "Storie", iniziando un percorso di narrazione orale che lo porterà a creare narrazioni singole e a partecipare a vari progetti di teatro di narrazione.

Vince il premio nazionale Stregagatto (ETI) con: Orphi 2013 (!98, attore protagonista); Scarpette Rosse (1991, aiuto regia e lavoro degli attori); Piccoli angeli (1993, miglior attore); Il tenace soldatino di stagno (2002,  regia); Il sognatore (2002, attore narratore) (Premio giuria dei ragazzi al festival nazionale di Campi Bisenzio). E’ stato docente presso la Scuola di Animazione Pedagogica del Comune di Milano e si occupa della formazione di giovani attori nello Studio Laboratorio dell’Attore di R. Manso a Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.