Nuova piscina olimpionica, domani i primi tuffi

Da venerdì 21 ottobre la stagione natatoria invernale si trasferisce anche nella nuova vasca da 50 metri

Anche se quella di questa sera non è stata una vera e propria inaugurazione, da domani la nuova  vasca coperta della piscina di Busto sarà attiva a tutti gli effetti. Per dare ufficialmente il via si sono ritrovati nella struttura di via Manara il presidente di Agesp Holding, Franco Castiglioni, la società Busto Nuoto e le associazioni che organizzano corsi di nuoto per persone con disabilità fisiche e mentali Cuffie Colorate e Pad (Polisportiva atleti disabili). Da domani venerdì 21 ottobre la vasca olimpionica da 50 metri e a otto corsie sarà quindi aperta al pubblico e ospiterà, insieme alla vasca coperta già funzionante, le attività (nuoto libero, corsi e allenamenti) della stagione invernale iniziata il 3 ottobre.

«Siamo molto fieri – spiega Mazzucchelli – di poter finalmente dare ai cittadini la possibilità di utilizzare questa struttura, che è unica nel suo genere in Lombardia e non solo. Nei giorni scorsi sono apparse sulla stampa locale (La provincia, ndr) delle polemiche riguardo i nostri rapporti con le associazioni, in particolare quelle dei disabili. È il caso di chiuderle, anche perché la nostra collaborazione con le associazioni è nota. Come società dobbiamo pensare prima di tutto a far quadrare i conti, ma mi prendo come primo impegno quello di garantire a tutti l’accessibilità a questa struttura».

Presente al “primo tuffo” anche il campione di nuoto della Busto Nuoto -che comprende pallanuoto, nuoto sincronizzato e nuoto per un totale di oltre 400 atleti e che entro breve dovrebbe trasferire completamente gli allenamenti della sezione agonistica nella struttura di via Manara e la lasciare solo alcune attività in quella di via Poma – Paolo Villa. «Per noi è un sogno poter avere per gli allenamenti una piscina coperta come questa. Da domani diventerà la nostra casa. Speriamo che possa essere una valido aiuto per le prossime Olimpiadi».

Da novembre inizierà la seconda parte dei lavori per la ristrutturazione del complesso natatorio.«Speriamo – conclude Castiglioni – di poter concludere entro l’estate del 2006 anche le strutture per la parte ludica e l’esterno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore