Una Varese PositiVa

Oltre 2000 persone hanno ballato e suonato nelle strade del centro in nome della tolleranza e dell'integrazione

E’ stata davvero un evento la prima street parade organizzata dai gruppi giovanili varesini: 14 carri provenienti da tutta la provincia – da Laveno a Saronno – e più di duemila persone, anche secondo i dati ufficiali della questura.
Questo incontro più unico che raro di gruppi fino ad ora rimasti sottotraccia in provincia è nato dal delitto di Besano, o meglio dal silenzio con cui sono state accolte le reazioni dei naziskin varesini contro gli stranieri e che hanno visto anche nei tafferugli dei giorni seguenti il ferimento di un cittadino albanese e di un poliziotto.

La risposta dei ragazzi varesini è stata solare, a colpi di musica e sangria: musica reggae e tecno, balli multietnici per strada, camion che trasportavano intere band musicali che suonavano dal vivo, magliette dell’evento e facce dipinte. Nel musicale corteo che si è snodato da via Dandolo erano tante le bandiere dalla pace, e significativo lo slogan che lo apriva: “Tutto il mondo è paese, tutto il mondo a Varese”. Un mondo “altro” che ha dimostrato la sua voglia di tolleranza facendo festa assieme. 

Dopo il corteo, i rappresentanti delle comunità immigrate varesine, Amani Jacques, Samir Baroudi, M’hammed Sayaih tra gli altri, hanno parlato dal tir-palco allestito in via Dandolo, puntando i discorsi sul concetto dell’unione tra i popoli e le razze, che non esistono, salvo l’unica, vasta e variopinta razza umana. Poi si sono alternati lo spettacolo di Marina de Juli, attrice che lavora da anni con Dario Fo, che ha messo in scena un brano dell’"Opera buffa", il monologo di Giovanni Ardemagni e Elis Ferracini, che con i suoi burattini ha raccolto intorno a sè il pubblico rimasto a festeggiare. In chiusura di serata la pizzica e le musiche dei "Briganti", gruppo milanese di chiara origine salentino-sicula: tutti a casa alle 22, dopo una buona dose di balli e canti, per una giornata di festa che è solo l’inizio di un percorso, per una Varese Positi-va.

La galleria fotografica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.