«Situazione critica, serve un nuovo piano regolatore»

Clima teso in vista del consiglio comunale di mercoledì. Protesta il centrosinistra: «non si capisce dove vada la città in materia urbanistica e viabilistica»

«Non si capisce più dove stia andando Saronno dal punto di vista urbanistico». I consiglieri di centrosinistra della lista Uniti per Saronno si scagliano contro la gestione da parte del centrodestra della politica urbanistica, ambientale e viabilistica, tanto che domani sera, durante il consiglio comunale, annunceranno che nei prossimi giorni sarà presentata una mozione dove chiederanno la revisione totale del piano regolatore generale.

Quello di mercoledì sera sarà un consiglio comunale piuttosto delicato, il primo dopo la bagarre politica che ha colpito il centrodestra e gli attriti interni che hanno persino portato il sindaco, Pierluigi Gilli, a esternare le sue rimostranze perché i consiglieri di maggioranza non gli permettevano di convocare il consiglio comunale. Situazione delicata anche per quanto riguarda le commissioni consiliari, soprattutto quelle ambiente e territorio, che hanno portato alle esternazioni del centrosinistra: «Mercoledì sera sarà discussa una revisione del piano di inquadramento generale – spiega Angelo Tettamanzi della Lista Uniti per Saronno, che presenta una mozione proprio per chiedere chiarimenti sulla mancata convocazione delle commissioni -. Un documento importante che non è stato discusso nella commissione consiliare competente e che tratta di viabilità, territorio  e ambiente. Vista l’importanza del documento, abbiamo anche chiesto di darci più tempo per studiare e valutare con attenzione le 40 pagine presentate. Abbiamo richiesto di votare il tutto al prossimo consiglio, ma ci è stato negato».

Il centrosinistra torna quindi sulla questione delle commissioni. «Non si capisce a cosa servano le commissioni competenti – prosegue Tettamanzi –. Così com’è, il documento in approvazione domani sera, ci sembra superficiale e monco. Non capiamo quale linea l’Amministrazione stia seguendo per effettuare queste variazioni. Per questo abbiamo intenzione presentare nei prossimi giorni una mozione in cui chiedere la revisione del Piano Regolatore Generale. Occorre ridiscutere le linee guida dell’urbanistica. Da questo punto di vista non si capisce dove stia andando la città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.