Una tappa del Giro d’Italia dedicata a Ganna

Proposta del sindaco di Induno per la corsa rosa del 2009, mentre oggi in Provincia riunione informale per i mondiali del 2008

Riunione informale, ma comunque con obiettivi concreti, oggi  a Villa Recalcati tra i  responsabili dell’organizzazione dei campionati mondiali di ciclismo previsti a Varese  nel 2008.

Per  i” mondiali “si è partiti con molto entusiasmo,  qualcuno ha anche portato pazienza davanti allo slancio della Lega Nord,   efficacemente rappresentata in Provincia, che in qualche  misura si è appropriata dell’approdo a Varese della grande  manifestazione, ma tutto sommato  la volata è stata regolare e di colpi di gomito da squalifica  non ce ne sono stati.

Villa Recalcati  ha dato garanzie per la copertura finanziaria, poi a sua volta è stata  garantita dalla fideiussione  di Varese 2008 , società  che proprio oggi la presenterà per coprire i costi del “mondiali”, stimati in 7 milioni di euro.

Il 2008 sembra lontano ma chi conosce  bene il ciclismo sa che si deve lavorare molto e bene perché tutto proceda al meglio, perché Varese da questa manifestazione abbia  un fortissimo  ritorno di immagine.

Varese però potrà essere di  nuovo capitale del ciclismo nel 2009, in occasione del centenario del   Giro d’Italia.

La corsa rosa infatti  ebbe in Luigi Ganna da Induno Olona il suo primo vincitore: ecco allora che in  Valceresio è stato abbozzato il progetto di ospitare una tappa  e di organizzare una serie di manifestazioni  per ricordare il grande corridore, al quale Varese ha dedicato il  velodromo di Masnago.

Padrona di casa , cioè dell’organizzazione della corsa  e dell’arrivo, è la  Gazzetta dello Sport: è possibile che l’idea di alcuni vecchi sportivi e del sindaco di Induno, signora Bianchi, diventi realtà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 novembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.