“Varese non ha bisogno di un pifferaio magico”

Forza Italia al gran completo prende posizione sulla situazione politica cittadina

"Chi l’ha visto Maroni" potrebbe essere il titolo del film sulle evoluzioni politiche di Varese negli ultimi giorni. La regia è affidata a Forza Italia che con una mano prova a fare azione di distensione e con l’altra rimanda al mittente molte accuse. Gianpaolo Ermolli, attorniato da tutta la segreteria cittadina, ha spiegato che il ministro non ha parlato mai con nessuno di Forza Italia. «Noi abbiamo un coordinatore cittadino, uno provinciale e nessuno di noi ha visto Maroni. Piuttosto mi sembra che la Lega abbia qualche problema di interlocuzione».
Ermolli poi ha fatto una relazione dove evidenzia la necessità di ascoltare la città e «ragionare su quanto successo per farne tesoro, non come fanno altri spendendo nomi altisonanti per cercare di nascondere la verità». Di che verità parla il coordinatore cittadino degli azzurri è subito chiaro. «Varese non subirà più un sindaco imposto. Forza Italia è il partito di maggioranza relativa e intende esercitare il suo ruolo con responsabilità». In merito alle dimissioni del sindaco poi arriva una verità scomoda che non era mai stata detta ufficialmente, almeno da Forza Italia. «Siamo stanchi di ascoltare barzellette. Fumagalli non si è certo dimesso perché qualche volta in consiglio mancò il numero legale. Le motivazioni delle sue dimissioni repentine non sono state politiche, tanto che si è scordato di avvisarci… sembra che abbia avvisato qualcun altro che a sua volta lo aveva "avvisato" formalmente. Basta con quelli che mentono sapendo di mentire». Il vicesindaco Roberto Puricelli ha detto a chiare lettere che le dimissioni sono legate alla vicenda giudiziaria che non è solo una questione privata, ma ormai investe anche aspetti amministrativi.
Ermolli ha poi spiegato quali sono le azioni che Forza Italia sta preparando per le future elezioni. Un camper con lo slogan "Io ci credo", una serie di assemblee con le associazioni, riunioni e vari strumenti di comunicazioni tra cui un telefono "azzurro".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.