Vas, il Parco incontra i comuni di Malpensa

Il presidente del Parco del Ticino Milena Bertani ha illustrato alle amministrazioni di Somma Lombardo, Vergiate e Sesto Calende lo studio di Valutazione Ambientale Strategica

«Economia, società ed ambiente. Sono questi gli elementi fondamentali su cui si deve basare lo sviluppo sostenibile dell’area di Malpensa.  Ciascuno di questi deve avere la stessa importanza». Lo ha detto ieri sera, 25 novembre, a Somma Lombardo il Presidente del Parco del Ticino Milena Bertani commentando lo studio di Valutazione Ambientale Strategica commissionato dal Parco del Ticino ed illustrato ieri ai comuni di Somma Lombardo, Vergiate e Sesto Calende.

Un equilibrio che i comuni in provincia di Varese situati nell’area critica di Malpensa condividono e che ora, con la Vas, ha anche un sostegno su basi scientifiche. Cittadini e amministratori si sono dimostrati concordi nel considerare lo studio del Parco come un documento tecnico fondamentale per avviare in modo proficuo e costruttivo il confronto su temi di importanza cruciale che coinvolgono l’assetto futuro del territorio del Parco del Ticino. La Vas era stata presentata martedì 22 novembre ad Arsago Seprio e questa sera, 25 novembre, a Casorate Sempione. Sale piene, numerosi cittadini interessati ai risultati di uno studio volontario che dovrà avere la giusta attenzione da parte delle istituzioni competenti.  

Per questo motivo la richiesta dei cittadini e dei comuni coinvolti è unanime: il Parco del Ticino deve proseguire per questa strada per consolidare la sua autorevolezza in sede di pianificazione territoriale e per fornire ai cittadini e agli enti consorziati elementi di sempre maggiore conoscenza delle problematiche ambientali legate all’area in cui ha sebe l’hub internazionale.

«Una posizione di convinta rigidità di fronte a problematiche che coinvolgono direttamente ognuno di noi non porta sicuramente risultati. Malpensa c’è, esiste, ora grazie ad uno strumento partecipato come la Vas siamo in grado di confrontarci in modo ragionato ed oggettivo. La ricchezza di informazioni condivise e i momenti di discussione come questo – ha detto ancora la Bertani – sono importanti, altri ne faremo in futuro». Il presidente dell’ente Parco ha inoltre voluto sottolineare la criticità di altri progetti infrastrutturali: «Dobbiamo guardare con attenzione al nuovo asse economico che unisce Milano-Torino. La Valle del Ticino si trova proprio al centro di questa tratta di interscambio, una posizione che costringe a chiedersi: come si svilupperà il territorio del Parco dopo la realizzazione di tutti gli interventi infrastrutturali ipotizzati?».

Il vice presidente Maggioni, che ha seguito in prima persona l’elaborazione del piano d’area di Malpensa promosso dalla Regione Lombardia, ha concluso così: «Sarà compito del Parco racchiudere l’ampia partecipazione di queste serate in un documento finale e propositivo». Sarà proprio Maggioni a rappresentare il Parco del Ticino nell’incontro di questa sera, 25 novembre, alle 20.30 presso la Sala Consigliare di Casorate Sempione. All’assemblea  parteciperanno il presidente del Consiglio Comunale, il sindaco di Casorate Sempione Giuseppina Quadrio ed i cittadini interessati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.