A Milano si sfidano gli informatici in erba

Sono giunte alla fasi finali le Olimpiadi italiane di informatica. In gara 80 studenti che si contendono la finalissima internazionale del Messico

È tutto pronto a Milano per le Olimpiadi di informatica che si svolgeranno nel marzo prossimo.

L’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico) e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e Politecnico di Milano stanno ultimando i preparativi per le fasi finali di un’iniziativa che ha coinvolto, solo per l’edizione in corso, oltre 10mila studenti dai 16 ai 20 anni provenienti da più di 500 Istituti in Italia.

Le "OII", che si disputeranno quest’anno a Milano grazie al contributo organizzativo dell’Ufficio Regionale Scolastico e del Politecnico di Milano – che ospiterà le gare vere e proprie, sono parte delle "Olimpiadi Internazionali dell’Informatica", patrocinate dall’UNESCO, promosse in Italia da AICA insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e riservate agli studenti di oltre 80 paesi.

Le fasi finali, che avranno luogo dal 9 all’11 marzo al Politecnico di Milano, vedrà la partecipazione di 80 agguerriti studenti, provenienti da tutt’Italia.

Il valore dell’iniziativa, al di là della competizione che richiede abilità tecniche e doti di fantasia e creatività, è legata all’aspetto socializzante, in un ambiente dove confrontarsi, istaurare amicizie e avviare scambi alla pari con chi condivide le stesse passioni e gli stessi interessi.

I vincitori della sessione Italiana accederanno alla finalissima internazionale, in programma l’agosto prossimo in Messico, non prima di aver seguito le speciali sessioni di addestramento fino a fine giugno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.