Alla festa della donna, l’ospite è Shahrazad

Alla Miniera di Giove, l'8 marzo sarà dedicato a Shehrazad e alle sue doti. Uno spettacolo seguito9 da danze e festeggiamenti

Mercoledì 8 Marzo 2006 h 21.00, in occasione della Festa della Donna, la Miniera di Giove, di via Settembrini, 4 a Malnate, organizza una serata ricca e imperdibile. Ospite d’eccezione "Shahrazad e la lampada di Aladino" di e con Francesca Brusa Pasqué. Un’ora di spettacolo incentrato sull’eroina che rimanda ad un mondo fantastico, pieno di magia, profumi, pietre preziose, sete e fruscii, agisce con astuzia e arguzia e seduce con l’aspetto corporeo che caratterizza in modo più evoluto l’essere umano: la voce che si manifesta in parole e canto e che necessita di un pensiero.
La magica atmosfera esotica proseguirà con, alle ore 22,  festeggiamenti fra giochi, chiacchiere, leccornie e tante sorprese…

Ma perché Shahrazad? Chi è questa eroina che rimanda ad un mondo fantastico, pieno di magia, profumi, pietre preziose, sete e fruscii? Perché oggi ha senso parlare di lei, usando magari come pretesto una fiaba conosciuta da tutti, una fiaba che fa sognare e incanta grandi e piccini? La risposta è tutta dentro il preambolo de "Le mille e una notte": questa splendida raccolta di storie, infatti, inizia con l’atto eroico di Shahrazad, che salva un intero popolo e sé stessa, non tanto grazie alla bellezza, ma grazie alla cultura, all’intelligenza e alla sua capacità affabulatoria tutta femminile, costruita in anni di studio e ricerca.
Il tentativo, quindi, è quello di parlare di una donna che agisce con astuzia e arguzia e seduce con l’aspetto corporeo che caratterizza in modo più evoluto l’essere umano: la voce che si manifesta in parole e canto e che necessita di un pensiero.
Lo spettacolo è costruito in modo da far conoscere la forza della narrazione pura, attraverso l’utilizzo dell’artificio narrativo del racconto nel racconto. Un personaggio racconta una storia e un personaggio di quella storia incomincia a raccontare un’altra storia, che a sua volta si apre come un caleidoscopio su mille altre storie, finché si ritorna alla prima, quella del primo personaggio e i mille mondi visitati si riconducono finalmente ad un unico orizzonte di senso. In questo caso, si racconterà la storia della lampada di Aladino, a sua volta raccontata da Shahrazad, la quale salverà la sua vita e il suo popolo, proprio grazie al raccontare. In questo modo, l’efficacia trasformativa della narrazione si esplica alla sua massima potenza e del femminile si coglie l’essenza.
Il pubblico sarà condotto dalla voce narrante in un viaggio che lo porterà nel magico mondo medio-orientale, nel mondo luccicante dei palazzi dei sultani, delle pietre preziose, dei giardini fioriti, degli incantesimi dei maghi cattivi e dei desideri realizzati grazie all’oggetto fatato che Aladino si trova tra le mani. E la narrazione avrà come ausilio piccole cose: stoffe e piccoli oggetti. E poi tanta atmosfera creata dal fiume di voce che si snoda in parole e in suono e dai vari personaggi che la narratrice interpreta e lascia, per portare avanti il filo della storia.

Il costo della serata è di € 15,00 a persona. È gradita la prenotazione entro Domenica 5 Marzo 2006 al numero di telefono 0332/425878.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.