Alla Liuc per capire le proprie attitudini

Gli studenti saranno aiutati a far emergere le proprie abilità attraverso metodi innovativi di apprendimento

Si terrà Martedì 28 febbraio alle ore 9.30 nello spazio Caffetteria la prima lezione riservata agli studenti dell’ultimo anno della laurea magistrale della LIUC che hanno aderito al progetto Skills & Behaviour. La lezione sarà tenuta da George Kohlrieser, psicologo clinico di fama internazionale, esperto di Hostage Negotiation che ha condotto seminari di negoziazione insieme a personaggi del calibro di Henry Kissinger e William Ury.
Il progetto Skills & Behaviour riveste carattere di assoluta novità all’interno del mondo accademico italiano. Lo scopo è quello di anticipare il percorso di evoluzione personale per consentire agli  studenti della LIUC di affrontare il mondo del lavoro con maggior consapevolezza, padronanza di abilità e comportamenti solitamente risultato di anni di esperienza diretta e formazione fornita dalle situazioni di lavoro. Gli studenti saranno aiutati a far emergere le proprie abilità (skills) attraverso metodi innovativi di apprendimento, utilizzati oggi soprattutto nel quadro della formazione manageriale e post universitaria, che li porteranno a padroneggiare abilità comportamentali (behaviour) diverse da quelle acquisite durante l’attività didattica tradizionale.

Il progetto è riservato quest’anno agli studenti del primo anno della laurea triennale e dell’ultimo anno della laurea magistrale e vedrà coinvolti esperti provenienti da grandi aziende e consulenti che si occupano di formazione manageriale. Tutto questo in linea con le filosofie dei fondatori della LIUC che si sono ispirati al pensiero illuminista di Carlo Cattaneo, secondo il quale “Non v’è lavoro, non v’è capitale, che non cominci con un atto di intelligenza”. Da qui la necessità di formare la persona, che diventa l’attore principale del proprio successo professionale e dello sviluppo culturale e sociale della società.
Il secondo appuntamento, destinato agli studenti del primo anno della laurea triennale, avrà luogo la mattina del 2 marzo: si tratta di un incontro coinvolgente con uno speaker motivazionale di eccezione, John Foppe, autore del libro: “What’s your excuse? Making the most of what you have”.  John Foppe è la testimonianza vivente di come si possano superare grandi sfide, anche a partire da condizioni fisiche difficili, e diventare persone di successo serene ed equilibrate.

George Kohlrieser è uno specialista internazionale di grande fama, docente presso prestigiose e esclusive scuole di formazione direzionale delle grandi Corporation, esperto di negoziazioni estreme, fra cui Hostage Negotiation. Psicologo clinico e consulente aziendale è anche Police psycoligist e Hostage negotiator, direttore del “high performance leadership”, un seminario intensivo presso l’IMD – International Institute for Management Development di Losanna. Conduce seminari di negoziazione insieme a personaggi del calibro di Henry Kissinger e William Ury.

John Foppe, autore del libro: “What’s your excuse? Making the most of what you have” è la testimonianza vivente di come si possano superare grandi sfide, anche a partire da condizioni difficili, e diventare persone di successo serene ed equilibrate.

John Foppe è nato completamente senza braccia ed ha dovuto sviluppare creatività, flessibilità e determinazione per raggiungere la piena indipendenza di cui gode. Dotato di grandi capacità di comunicazione, partendo dalla sua personale esperienza di vita, riesce ad essere di ispirazione e di stimolo alle persone incoraggiandole ad assumersi la responsabilità della propria vita e a trasformare gli ostacoli in opportunità di crescita.

Premiato dal U.S. Junior Chamber of Commerce come uno dei “Ten outstanding young americans” collabora con grandi aziende e organizzazioni: dalla 3M ai Miami Dolphins al U.S. immigration and naturalization service.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.