An esce allo scoperto: “Chi vota Rossi, vota comunista”

Il coordinatore cittadino di Alleanza Nazionale, Abruzzo, attacca Mario Rossi e il suo Grande Centro ma anche Frigoli e i "civici", agitando lo spettro del "pericolo rosso"

 

Dopo
giorni di valutazioni e di attesa nel vedere quale piega prendesse lo
scenario politico cittadino, ritengo di dover intervenire per evitare
che il politichese, magistralmente utilizzato dai politici di
Castellanza, confonda le idee all’elettore più di quanto non
le abbia già.

Con
l’accordo fra Insieme per Castellanza ed il Grande Centro abbiamo
capito che quest’ultimo non è né apartitico né apolitico ma
ha una collocazione ben precisa: il centro sinistra. Ora, capisco lo
sconforto dell’avv. Rossi nell’essere stato abbandonato del
compagno Frigoli, ma mi chiedo come e con che faccia chiederà
ai suoi collaboratori, provenienti dal centrodestra, e soprattutto ai
suoi elettori di votare per loro, in quanto sarà come dare un
voto ai comunisti
di Castellanza!

Stessa
riflessione la faccio per il gruppo alle dipendenze del dott. Frigoli
nell’ipotesi ormai veritiera di un accordo con Insieme per
Castellanza. Visto che anche loro si sono sempre professati
apartitici e apolitici e che così facendo hanno usufruito di
candidati e di voti del centro destra, come spiegheranno ai
sostenitori che ora votando per loro sarà come votare per il
sig. Palazzo? (personaggio storico della sinistra cittadina)

A
mio avviso i due gruppi civici hanno fatto i conti e si sono accorti
di non avere i numeri per vincere
, quindi pur di non perdere sembra
che siano disposti a togliersi la maglia sino ad ora portata per
indossarne una tutta nuova, tutta rossa e tutta di sinistra!

Evidentemente
la prospettiva di perdere rende più facile tapparsi il naso e
mettere da parte ciò che si è detto ai propri elettori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.