Auguri Cairoli! Un francobollo al posto delle candeline

Emesso ufficialmente il francobollo dedicato al settantesimo anniversario del liceo classico varesino. Alla celebrazione presente anche il Ministro Maroni

Forse c’era un po’ troppa enfasi. Ma il momento meritava entusiasmo e commozione. Il liceo classico E.Cairoli di Varese ha ottenuto riconoscimenti e apprezzamenti oltre ogni aspettativa. Un “tifo da stadio” da parte dei suoi ragazzi, ma anche ovazioni e parole di lode di ex allievi, celebri e non.

In un cinema Vela, gremito come poche volte, autorità istituzionali, dirigenza della scuola, rappresentanti di Poste Italiane e della filatelia, sostenitori e amici, hanno sottolineato la solennità del momento: il 70esimo compleanno di un istituto che è riuscito a “ diventare immortale” grazie alla passione e all’entusiasmo di tanti studenti ed ex studenti che hanno subissato Poste Italiane con lettere di richiesta per avere un francobollo speciale dedicato alla “loro scuola”:
Così questa mattina è stato emesso ufficialmente il francobollo disegnato da uno studente di seconda A, Matteo Chilese:  “Vetera et nova”, una congiunzione tra mondo classico e mondo moderno coniugati magistralmente negli insegnamenti del liceo.
Tra i relatori non poteva mancare il Ministro Roberto Maroni, ex allievo, uno dei principali sostenitori dell’iniziativa, mentre era assente il presidente del Consiglio regionale Attilio Fontana, anche lui ex che, in un messaggio scritto, ha voluto mettere in rilievo la capacità di educare i giovani attraverso principi e valori umanistici fondamentali nella crescita personale.

In platea, tra i posti riservati, “vecchi” presidi e professori ormai in pensione che non hanno voluto mancare lo storico momento: «Il classico è la scuola con la S maiuscola – commenta un po’ emozionato Michele Mastrovalerio, preside del Cairoli  dal ’98 al 2001 Ha programmi definiti che permettono ai professori di sapere sempre cosa devono fare. È la scuola della cultura, la scuola dell’essere e non dell’apparire»
«Ho tanti ricordi legati a questo istituto – racconta Livio Ghiringhelli,  storico preside dal 1986 al 1997 – erano anni in cui ancora c’era un po’ di contestazione. Si discuteva con i ragazzi, ci si confrontava, sempre in un clima di grande responsabilità. Questa è l’unica scuola costruita in modo organico e ben strutturata. Io ho passato gran parte della mia carriera nel liceo scientifico dove, secondo me, si soffre ancora troppo per le tante vocazioni. Come si fa ad avere più ore di latino che di matematica?».

Una mattina all’insegna dell’euforia, giusta gratificazione per il grande impegno che, nell’arco di oltre un anno, ha coinvolto studenti, professori, dirigenti, Amici del Cairoli, Poste Italiane e settore filatelico.
Per 90 giorni il francobollo del Cairoli sarà in circolazione con l’apposito annullo. Questa mattina le due “addette” dello sportello filatelico hanno avuto un gran d’affare a timbrare cartoline, tutte rigorosamente dedicate al Cairoli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.