Aviaria, cosa fare se trovate animali morti

Il Comune di Varese aderisce all’invito della Regione Lombardia, fornendo indicazioni ai cittadini

Il Comune di Varese aderisce all’invito della Regione Lombardia, fornendo indicazioni ai cittadini nel caso si rinvenissero volatili morti. La direzione generale Sanità ha infatti inoltrato anche agli enti locali lombardi una nota su “Influenza aviaria – volatili rinvenuti morti”, indicando due «corrette procedure da adottare».

 

1)     rinvenimento di animali morti o malati delle specie che rappresentano un potenziale rischio di presenza del virus dell’influenza aviaria (anatre, oche, cigni, trampolieri e gabbiani): deve essere data comunicazione al Dipartimento di Prevenzione Veterinario dell’Asl che provvederà direttamente o richiedendo la collaborazione dei comandi provinciali dei Vigili del Fuoco al recupero delle carcasse e deciderà in base alla situazione specifica e alle indicazioni della nota del ministero 108 del 16 novembre 2005 l’eventuale invio delle carcasse stesse  all’Istituto zooprofilattico sperimentale di Brescia per i successivi approfondimenti diagnostici

 

2)     rinvenimento di animali morti o malati di specie diverse da quelle che rappresentano un potenziale rischio di presenza del virus dell’influenza aviaria: solo in presenza di rinvenimento di numerosi esemplari morti dovrà essere data comunicazione al dipartimento di prevenzione veterinario dell’Asl che, valutata la situazione dal punto di vista clinico ed epidemiologico, deciderà se procedere (direttamente o chiedendo la collaborazione dei comandi provinciali dei Vigili del Fuoco) al recupero e all’invio delle carcasse all’Izs di Brescia per i successivi approfondimenti diagnostici; in tutti gli altri casi sarà cura delle autorità comunali disporre il recupero e lo smaltimento delle carcasse ad opera dei servizi ecologici ed ambientali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.