Bilancio, centrati gli obiettivi politici ed economici

Relazione dell'assessore Carabelli sul bilancio di previsione. Castano attacca l'azienda ospedaliera. Tutti uniti nel celebrare la Polizia Locale

L’assemblea civica di Gallarate aveva come piatto forte la presentazione del bilancio di previsone 2006 e bilancio pluriennale 2006/2008. L’assessore Luca Carabelli ha presentato il documento, già votato in giunta, che dovrà passare il vaglio della commissione competente e poi essere votato in consiglio comunale. Carabelli ha ricordato come l’amministrazione gallaratese «ha centrato in pieno gli obiettivi politici ed economici fissati, nonostante i limiti imposti da una delle Finanziarie più severe degli ultimi anni. La manovra di bilancio prevede movimentazioni di risorse per 67.627.350 euro. Non ci saranno aumenti a imposte e tasse, mentre aumentiamo le agevolazioni alle famiglie in difficoltà e con figli disabili a carico. Abbiamo centrato gli obiettivi di stabilità, fondamentali per i futuri investimenti dell’amministrazione e tagliato gli stipendi dei politici del 10 per cento, riducendo oltretutto la Tarsu dell’8%». Gli investimenti ammontano a 16.951.000 euro. Le principali opere finanziate saranno l’adeguamento del Polo scolastico dell’area Cantoni (5,6 milioni di euro) e la riqualificazione di piazza Risorgimento (2,5 milioni). Inoltre verranno effettuate manutenzioni agli edifici scolastici e alle strade cittadine, lavori nei cimiteri e per le piste ciclabili, l’adeguamento della rete fognaria, la conclusione dei lavori per la circonvallazione e la riqualificazione della provinciale 26. Infine 400 mila euro verranno trasferiti alla Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città onlus”.

Il vicesindaco Paolo Caravati ha poi presentato la relazione della Polizia Locale, affiancato dal comandante Alessi. Sono aumentati i carichi di lavoro e sono aumentate le violazioni e i procedimenti (4587 verbali, 22480 preavvisi, 27067 procedimenti). Le principali violazioni sono quelle per il mancato uso del casco e delle cinture di sicurezza, il mancato rispetto dei limiti di velocità, le violazioni relative alla circolazione e alla sosta nelle zone a traffico limitato. 1986 sono state le violazioni che hanno portato alla decurtazione di punti dalle patenti di guida, per un totale di 7976 punti decurtati. Ringraziamenti al corpo della Polizia Locale sono giunti da tutta l’assemblea.

Una nuova votazione per la commissione elettorale è stata necessaria visto il vizio di procedura del precedente consiglio: Gualandris, Mauro e Barberi sono i commissari eletti, Selvagio, Bonomi e Martucci le riserve. Nel ricco question time i consiglieri hanno toccato vari temi. Galli (Ds) ha chiesto conto dei controlli sul blocco del traffico di domenica 5 febbraio, Caravati ha risposto che l’ordinanza è stata firmata tardi e ha creato disagi. Bartoli (ViviGallarate) ha invece chiesto a Mucci spiegazioni su tempi e modi con le quali scatta l’emergenza neve: il sindaco ha spiegato come l’ultima emergenza è stata affrontata, con i mezzi e gli uomini messi in campo, ricordando la straordinaria portata dell’evento. Barberi (Rifondazione Comunista) ha chiesto conto dei 300 euro richiesti in giunta dal presidente del consiglio Agostinelli e dati alla Cooperativa Primavera per la cena dei consiglieri di Natale. Agostinelli ha spiegato che i soldi sono serviti per pagare chi ha lavorato quella sera. Infine, l’affondo di Castano (Gruppo Misto – Alternativa Sociale), che ha chiesto la convocazione di un’apposita commissione servizi sociali per trattare i rapporti tra l’azienda ospedaliera gallaratese e la cittadinanza: «I problemi si ripetono da tempo. Nell’ultima nevicata ho avuto segnalazioni da parte di cittadini che hanno avuto problemi. Uno è addirittura caduto e si è rotto un braccio, ma all’Ospedale non c’era il radiologo, come spesso accade se non c’è un’emergenza speciale, e il suo braccio è stato steccato».    

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.