Calderoli si è dimesso

Il ministro rimette il mandato dopo il vertice a casa di Bossi alla presenza del ministro Maroni. "È una vergognosa strumentalizzazione anche da parte dei nostri alleati"

Il ministro delle riforme Roberto Calderoli si è dimesso. Dopo il vertice a casa di Umberto Bossi, insieme a Roberto Maroni, Calderoli ha rassegnato le proprie dimissioni.
Una decisione dovuta alla presa di posizione di gran parte del mondo politico compresi i partiti della maggioranza dopo i dranmmatici fatti di Bengasi che hanno portato alla morte di 11 libici.
Verso le 12 di oggi, sabato, Calderoli si è recato da Bossi, a Gemonio per un summit urgente. L’incontro è durato circa un’ora, ma all’uscita Calderoli e Maroni sono saliti in macchina senza rilasciare dichiarazioni ai numerosi giornalisti presenti.
Poco dopo un comunicato in cui l’esponente leghista afferma "Non intendo consentire ulteriormente la vergognosa strumentalizzazione che in queste ore viene fatta contro di me e contro la Lega Nord anche (purtroppo) da esponenti della maggioranza. Nelle ultime settimane – continua l’ex ministro – abbiamo assistito a manifestazioni di inaudita violenza in molti Paesi musulmani contro sedi di rappresentanza di Paesi occidentali (Danimarca, Inghilterra, Norvegia, Usa, ecc.) culminati con l’uccisione del sacerdote e il massacro di suore e civili, colpevoli solo di professare una religione diversa dall’Islam".

I drammatici fatti di Bengasi hanno portato alla sospensione anche del ministro degli interni libico accusato di aver gestito con troppa violenza la manifestazione islamica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.