Camere di commercio: il servizio informazioni si rinnova

Dal 1° marzo imprese e cittadini potranno richiedere notizie personalizzate sull'economia del territorio

Cercate informazioni precise sull’economia del territorio? Il nuovo servizio delle Camere di commercio italiane potrebbe fare al caso vostro. Da mercoledì 1° marzo infatti imprese e cittadini potranno avere accesso – in modo mirato rispetto alle proprie esigenze – al patrimonio di informazione economica detenuto dai singoli enti camerali. La nuova e più articolata “offerta informativa” è stata stabilita dal decreto del 10 febbraio scorso sottoscritto congiuntamente dai ministeri delle Attività Produttive e del ministero dell’Economia e delle Finanze. In particolare, sarà possibile ricevere visure camerali personalizzabili. Ciascun utente potrà richiedere solo le notizie di proprio interesse: per esempio, sugli amministratori o sulle partecipazioni dell’azienda in altre società. Nuova sarà anche la veste grafica, organizzata in paragrafi, con un indice iniziale e poi i titoli e la descrizione delle informazioni contenute così da rendere più agevole la lettura. Altro elemento di grande interesse sarà lo sconto per chi utilizzerà l’accesso on-line. Mentre gli importi dei certificati resteranno invariati, i diritti di segreteria saranno diversificati in base al tipo di impresa (società di capitali, società di persone, imprese individuali) e le informazioni richieste (visura ordinaria, singoli blocchi informativi, fascicolo dell’impresa). Così, la visura ordinaria, che oggi allo sportello costa indistintamente 4 euro, dal 1° marzo costerà ancora 4 euro se riferita alle imprese individuali, ma 4.50 se relativa alle società di persone e 7 euro a quelle di capitali. Se però la visura sarà richiesta via web – attraverso il sito www.telemaco.infocamere.it e sottoscrivendo il contratto Telemaco Pay con la Camera di Commercio – costerà rispettivamente 3 euro, 3 euro e mezzo e 5 euro. Resta da evidenziare come la stessa visura ordinaria delle società di capitali sarà comunque più ricca d’informazioni, contenendo anche i dati sui soci e sulle azioni/quote da questi possedute (le informazioni oggi contenute nella visura assetti societari) nonché sugli eventuali trasferimenti d’azienda, le fusioni, le scissioni o i subentri (per esempio un conferimento di società o un progetto di fusione mediante incorporazione). Di fatto, la nuova visura integra le informazioni oggi disponibili solo richiedendo più documenti, con un risparmio sui diritti di segreteria. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Centro Informazione Economica della Camera di Commercio varesina di piazza Monte Grappa 5 (tel. 0332/295.326; e-mail: cie@va.camcom.it).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.