Capire l’immigrazione con i ragazzi degli oratori

I giovani della città hanno organizzato l’incontro “Il migrante a Tradate” per «comprendere un argomento di sempre maggiore attualità»

Conoscere l’immigrazione, in tutte le sue sfaccettature. È la proposta dei giovani degli oratori cittadini di Tardate che per il 24 febbraio hanno organizzato un incontro in Villa Truffini avente come titolo “Il migrante a Tradate”. «L’iniziativa nasce con il nostro desiderio di conoscere la realtà cittadina per quanto riguarda il fenomeno dell’immigrazione e di offrire a tutta la cittadinanza un’occasione per incontrare e parlare di questi argomenti che diventano sempre più di attualità e di interesse» spiega Andrea Botta a nome i ragazzi degli oratori.

 

Relatori della serata saranno esperti del mondo delle Istituzioni (l’Assessore ai Servizi Sociali Franco Accordino), della scuola (Ernesto Restelli, un professore che si occupa di attività di integrazione nelle scuole medie di Tradate) e della realtà delle badanti (Chiara Pallis, un’educatrice che ha coordinato un corso per badanti tenutosi a Tradate). A moderare la serata sarà proprio Andrea Botta che fa parte del gruppo organizzatore dell’incontro pubblico.

 

«Ci faremo guidare nella serata da tre domande – spiega Botta -, “Come è la realtà? Cosa si sta facendo? Cosa ancora si può fare?”, che verranno declinate nei tre ambiti suddetti, sempre cercando di mettere al centro la persona, ovvero il migrante. Siamo consapevoli che non esauriremo la tematica dell’immigrazione nella nostra città, ma al contempo vogliamo iniziare un dialogo pubblico su questi temi, affinchè la conoscenza sia sempre il presupposto per formare una opinione consapevole. Avremo inoltre la testimonianza di Noemi Magonza, una giovane immigrata dal Congo, che vive nella nostra città, la quale ci racconterà la sua storia, i motivi che l’hanno spinta a partire e come si trova a Tradate e coi tradatesi. A conclusione degli interventi seguirà un dibattito aperto al pubblico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.