Carabiniere fa arrestare tre ladri ma finisce all’ospedale

Pugni e coltellata per un sottoufficiale dell'Arma che aveva fermato gli uomini che hanno tentato di rubargli l'auto

Cercano di rubare l’auto alla figlia di un sottoufficiale dei Carabinieri a Luino ma lei li sorprende mentre armeggiano attorno alla sua utilitaria parcheggiata in via XV agosto e li fa fuggire. Il padre, avvisato dalla figlia, scende in strada e ne coglie uno di sorpresa poco lontano ma subisce la reazione dei quattro che lo colpiscono più volte in modo violento e, pare, anche con un coltello. E’ accaduto nella notte tra sabato e domenica in pieno centro a Luino. Solo l’intervento della pattuglia di colleghi dell’uomo ha evitato che la rissa scatenata dal suo inseguimento finisse in tragedia. La pattuglia era stata chiamata dallo stesso carabiniere che aveva subito il furto. Tre dei quattro malviventi sono stati arrestati sul posto dagli uomini dell’Arma mentre uno dei quattro si è dato alla fuga ed è tutt’ora ricercato. Manette ai polsi con l’accusa di tentato furto con scasso e lesioni a pubblico ufficiale l’accusa per i due italiani e il magrebino fermati e condotti alla casa circondariale dei Miogni di Varese. Per il Carabiniere, invece, ci sono trenta giorni di prognosi per le ferite riportate durante la colluttazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.