Cartellino giallo alla Lega

Il gruppo “Indipendenza e Democrazia”, di cui il Carroccio fa parte al Parlamento Europeo, valuta oggi la possibile espulsione dei quattro europarlamentari

La Lega Nord rischia l’espulsione dal gruppo “Indipendenza e Democrazia” di cui fa parte al  Parlamento Europeo. La decisione, che potrebbe arrivare già oggi nel corso di una riunione straordinaria del gruppo, arriva dopo l’uragano abbattutosi sull’ex ministro alle riforme istituzionali Roberto Calderoli, dimessosi in seguito all’esibizione di una t-shirt raffigurante le caricature del Profeta in diretta su Rai 1, giovedì scorso.
«Il gruppo – si legge in una nota diramata ieri, 20 febbraio in serata – sta chiedendo ai membri del Parlamento Europeo di Lega Nord di lasciare IND/DEM, oppure si procederà all’espulsione».
Giovedì scorso l’ufficio del gruppo si è riunito a Strasburgo per fare il punto, decidendo «un voto convenzionale fra tutti i membri del gruppo, in  programma per martedì prossimo»; occorreranno i due terzi dei voti per escludere il partito italiano da IND/DEM.
In tutto sono quattro i deputati al Parlamento Europeo della Lega Nord: Mario Borghezio, Matteo Salvini, Francesco Speroni e Umberto Bossi.
Nel primo pomeriggio vi sarà un incontro a Bruxelles, confermato per telefono dall’eurodeputato Matteo Salvini, con Borghezio e Speroni, cui seguirà la riunuione dell’intero gruppo, in serata.  L’espulsione dal gruppo, se votata quindi dalla maggioranza richiesta per deliberare, avrebbe un peso politico negativo sull’immagine della Lega, già nell’occhio del ciclone dopo il polverone scaturito dal caso Calderoli.
Il gruppo Indipendenza/Democrazia (IND/DEM) è un gruppo politico del Parlamento europeo che raccoglie i deputati che fanno riferimento alla matrice “euroscettica” democratica o nazionalista.

Il gruppo è attualmente presieduto da due co-presidenti, il britannico Nigel Farage, esponente dell’Independence Party, e il danese Jens-Peter Bonde, esponente del JuniBevægelsen.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.