Ciampoli: “Con gli islamici si tratta solo a certe condizioni”

Il segretario cittadino della Lega Nord punta i piedi e si dice "stupito" per le ventilate trattative tra Comune e musulmani

La base leghista gallaratese punta i piedi per quanto riguarda uno dei cavalli di battaglia del Carroccio, la moschea: «La Lega ha ribadito più volte che non cederà di un passo alle prese di posizione della comunità islamica – continua Ciampoli -. Siamo stupiti che il Comuni tratti con i musulmani. Non abbiamo paura a dire chiaramente che questa comunità islamica, per i suoi comportamenti fuorilegge e per le sue ripetute minacce alla città, è per noi assolutamente sgradita e preferiremmo non averla sul nostro territorio, neanche in un immobile a norma. Siamo aperti alla libertà di culto, ma rigidissimi e chiusissimi verso la libertà di violare le leggi, minacciare la città, lanciare proclami e ricatti. Chi vuole stare a casa nostra deve dimostrarci innanzitutto rispetto. Se la comunità islamica vuole potersi sedere a un qualunque tavolo di trattativa, che provveda a rimuovere gli ostacoli da loro stessi frapposti al dialogo e all’integrazione. Devono decidersi ad abbandonare via Varese, rinnegare ogni attività terrorista, collaborare con le forze dell’ordine e chiedere scusa per le minacce e gli atteggiamenti fuori legge del passato. Solo a queste condizioni sarà possibile avviare un dialogo. Siccome al contrario tutte queste condizioni ad oggi non sono affatto rispettate, si sappia che qualunque minima apertura o concessione sarà considerata da noi un atto di arrendevolezza e di cedimento al ricatto e alle minacce islamiche». Un segnale chiaro e forte, che in tempi di campagna elettorale non mancherà di fare rumore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.