Cinque Mulini, torna la classicissima del cross

Domenica la 74a edizione dell'unico appuntamento italiano inserito nel circuito mondiale. Caccia all'erede di Shaheen

È sufficiente scorrere l’albo d’oro per capire che non ci si trova davanti a una gara come tutte le altre. Basta guardare anche solo i nomi associati agli ultimi anni: Shaheen, Lebid, Paul Tergat, Fita Bayesa, N’gugi e, tanto per andare all’ultimo vincitore azzurro, Alberto Cova. Stiamo parlando della Cinque Mulini di San Vittore Olona, la massima gara di corsa campestre italiana, una delle più importanti (forse la numero uno) al mondo che domenica andrà in scena per la 74a edizione.

Anche in questa circostanza la cittadina alle porte di Legnano ospiterà il top della corsa campestre mondiale, anche perchè la Cinque Mulini è l’unica tappa italiana del Circuito Iaaf che si concluderà a marzo con la rassegna iridata di Fukuoka.
Quattro i grandi favoriti per la vittoria finale. Il Kenia schiera al completo il terzetto di atleti che alle Olimpiadi di Atene dominò la finale dei 3.000 siepi, Ezequiel Kemboi (foto), Birmin Kipruto e Paul Kipsiele Koech. Contro di loro un giovane e validissimo tanzaniano, Joseph Fabiano Naasi, campione del mondo di mezza maratona. Un poker d’assi che promette di infiammare il pubblico sul tracciato e che dovrebbe esprimere il successore di Saif Shaheen, alias Stephen Cherono, che l’anno scorso trionfò a San Vittore.

Non mancano però gli outsiders di lusso: si andrà dall’etiope Cherkos Feleke al keniano Bernard Kipyego fino al pluricampione di corsa in montagna, il neozelandese Johnathan Wyatt. Nutrita la pattuglia azzurra, priva però dell’infortunato Stefano Baldini (terzo nel 2005): ad emulare le gesta di Cova ci saranno gli specialisti italiani del cross, da Battocletti a De Nard, passando per Buttazzo, Di Pardo, Leone, Scaini, Gualdi e Gaeta.

Tra le donne la gara è giunta alla 36a edizione e vede ai nastri di partenza la campionessa iridata dei 3000 siepi, l’ugandese Dorkos Inzikuru. Di fronte la forte africana si ritroverà una delle protagoniste di questa parte di stagione, Meselech Melkamu (Etiopia) e la speranza europea, Emily Pidgeon (Gran Bretagna). Poche speranze quindi per l’agguerrita pattuglia azzurra nella quale spiccano i nomi di Martin, Wassteiner, Tisi, Runnger.

La "Cinque Mulini" sarà preceduta come da tradizione, al sabato, dalla gara dedicata alla gare dedicata agli studenti delle superiori. Una parte fondamentale della manifestazione, necessaria per avvicinare le nuove leve a questo sport e all’Unione Sportiva San Vittore che proprio quest’anno compie i cento anni di vita.

Cinque Mulini 2006 – programma gare

Sabato 4 febbraio
Ore 9.45 – 11a Cinque Mulini studentesca (scuole medie superiori)

Domenica 5 febbraio
Ore 8.30 – 11a Cinque Mulini Rosea (non competitiva, 6/12 km)
Ore 10.30 – Campionato Provinciale Amatori Master Femminile (4 Km)
Ore 11.00 – Campionato Provinciale Amatori Master Maschile (6 Km)
Ore 11.45 – Allieve (4 Km)
Ore 12.15 – Allievi (6 Km)
Ore 13.00 – Junior Maschile (8 Km)
Ore 13.45 – Junior Senior Femminile (6 Km)
Ore 14.30 – Senior Lungo Maschile (10 Km)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.