Con il Baff il cinema finisce “in vetrina”

Nuova edizione per il concorso che prevede la decorazione a tema delle vetrine dei negozi durante il festival del cinema

Decorare le vetrine della città ispirandosi ai film, alla storia del cinema. È la seconda edizione del concorso indetto dal Città di Busto Arsizio in collaborazione con la BA Film Factory e destinata a promuovere e arricchire la nuova edizione del B.A. Film festival, in programma dal 25 marzo al 1° aprile. Il concorso, dal titolo “Cinema in Vetrina”, prevede che le vetrine della città siano allestite con tema “Il cinema” ed è aperto a tutti gli esercizi commerciali e agli artigiani interessati che occupino un’unità immobiliare con una o più vetrine nelle pubbliche vie o nelle piazze. Il tutto per “colorare” e rendere anche più partecipe la città a un evento che con gli anni diventa sempre più di portata nazionale.

 

“Saranno prese in considerazione tutte le tipologie di vetrine commerciali allestite con chiaro richiamo al mondo del cinema, con totale libertà d’ interpretazione – spiegano gli organizzatori -. Nelle vetrine sottoposte al giudizio della Commissione dovrà essere esposto in modo visibile dal 4 marzo al 2 aprile 2006 l’espositore identificativo distribuito ai partecipanti al momento dell’iscrizione. Per la valutazione della vetrina partecipanti al Concorso, è costituita una Commissione composta da tre persone, nominate dall’ Assessore alla Cultura”.

 

La premiazione avverrà durante la settimana del Busto Arsizio Film Festival in occasione di una delle proiezioni serali e saranno premiate tre vetrine particolarmente ben allestite. Ai vincitori verranno consegnate targhe della Città di Busto Arsizio e scattate fotografie delle vetrine vincitrici che verranno esposte nell’ occasione e inserite nel sito internet ufficiale del Busto Arsizio Film Festival.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.