Consiglieri delegati: “Una vittoria politica”

Il sindaco Vittorio Solanti soddisfatto per il pronunciamento del Consiglio di Stato

«Una vittoria politica che conferma la bontà delle nostre scelte». Queste le parole di un Vittorio Solanti molto soddisfatto dopo il positivo pronunciamento del Consiglio di Stato che ha rigettato la sospensiva sancita dal Tar della Lombardia per quanto riguarda l’operato dei “consiglieri delegati”. «Le opposizioni ci hanno accusato di essere arroganti, frettolosi, anticostituzionali, fuori dalla legalità – prosegue il sindaco -. Tutte parole improprie: il provvedimento è in sintonia con le scelte di tanti altri comuni italiani, Roma, Tivoli, Saronno, La Spezia, Viterbo, solo per fare alcuni nomi. Il Consiglio di Stato ha confermato quello che ripetiamo da mesi: i consiglieri delegati non svolgono compiti istituzionali, non percepiscono indennizzi, collaborano con il sindaco per il raggiungimento degli obiettivi di governo, ma non sottoscrivono atti. La decisione del Consiglio di Stato è importante anche perché fa giurisprudenza: Samarate si conferma così laboratorio politico. Sono soddisfatto anche perché ho sempre avuto fiducia nell’operato dei giudici, che hanno confermato che la strada intrapresa da noi è quella giusta». Solanti ha riattivato le deleghe dopo la sospensione decisa in seguito al procedimento del Tar.

Le opposizioni non sembrano arrendersi, e Solanti è pronto a dare battaglia: «Nel caso il Tar dia ragione alla minoranza, procederemo con un altro ricorso al Consiglio di Stato. Non abbiamo intenzione di allargare la schiera dei consiglieri delegati, ma proseguiremo per la nostra strada».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.