“Da oggi si cambia, l’Ulivo è pronto”

Parole durissime contro Rosa dal centrosinistra, che accusa l'ex sindaco di aver ridotto Busto a "Cenerentola dell'Alto Milanese"

Riceviamo e pubblichiamo


I gruppi
consiliari dell’Ulivo non possono che provare pena per l’ultimo
tentativo dell’ex sindaco Luigi Rosa di cercare la ribalta politica
cittadina

Non
accettano lezioni di etica e stile
da chi l’altra sera, senza alcun
rispetto delle istituzione, ha occupato l’aula consiliare cercando
l’ultima disperata spiegazione alla sua sventurata avventura
politica.

In barba
a tutti i regolamenti l’ormai ex sindaco Rosa ha voluto presiedere
la seduta di un consiglio comunale inesistente. Ma cosa più
grave ha taciuto, a quei cittadini presenti in aula, che qualche ora
prima aveva nominato – ormai da ex sindaco – il nuovo CdA di Agesp
senza interpellare nessuno. Un atto politico grave che il commissario
dovrà seriamente valutare per poi prendere gli opportuni
provvedimenti. Da ultimo ha utilizzato il sito Internet per la
diffusione di un comunicato stampa quando non aveva più alcuna
carica
.

Ecco la
vera maschera di questo sindaco:
un uomo
di potere per se stesso
e che nonostante la sua larghissima
maggioranza di centro-destra è riuscito a non governare la
città facendola regredire al ruolo di Cenerentola dell’Alto
Milanese
.

Questa
classe politica di centrodestra, di cui l’ex sindaco Rosa era il
principale esponente, ha relegato Busto al ruolo di subalterno nelle
strategie socio economiche del territorio e ha peggiorato i problemi:
ambiente, mobilità, servizi, territorio, casa e lavoro.

Da oggi
si cambia.

La città
e i suoi cittadini tornano a decidere da protagonisti il proprio
destino.

 

Inizia
un nuovo percorso. L’Ulivo si impegna da subito ad un confronto
pacato e sereno nell’Unione definendo il programma con gli alleati
e con la città per presentare l’unica e vera alternativa al
governo fallimentare portato avanti negli ultimi tredici anni dalla Lega e dal centrodestra.

Busto ha
l’occasione di voltare la pagina della sua storia politica
Busto ha
il dovere di cambiare.

L’Ulivo
è pronto:

persona,
territorio, ambiente, casa e lavoro. Queste le priorità per un
programma di governo aperto al confronto con la città e con i
cittadini.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.