Da San Vittore Olona la ricetta per “Muoversi in città”

Venerdì 10 e sabato 11 febbraio sarà organizzato un convegno per discutere di smog, traffico e mobilità nell’area del Sempione

Una due giorni per discutere dell’inquinamento: è questa la proposta del Comune di San Vittore Olona, una piccola località alle porte di Milano.

Tagliato in due dalla Statale Sempione, che collega  a Malpensa e alla metropoli lombarda, il paese si sente sempre più minacciato dall’aria che ogni giorno è costretto a respirare. “Muoversi in città” sarà il primo di una serie di incontri che l’amministrazione comunale ha  organizzato, per venerdì 10 e sabato 11 febbraio, all’Hotel Poli di San Vittore, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini, soprattutto quelli più giovani, a pensare ai cambiamenti applicabili al territorio per migliorare lo stato di inquinamento.

Il convegno condotto, dal consigliere regionale Mario Agostinelli, si terrà il prossimo fine settimana e sarà strutturato in tre sessioni.

La prima, il cui tema sarà “San Vittore Olona e i Comuni Legnanesi: riflessioni e proposte”, occuperà il pomeriggio di venerdì 10, in cui verranno trattati argomenti che riguardano la viabilità all’interno del comune, ma anche nelle zone limitrofe. Saranno coinvolti sia i vigili urbani, sia chi si occupa di trasporto pubblico per illustrare la situazione attuale e per proporre nuove soluzioni. L’appuntamento pomeridiano si concluderà con un dibattito e una cena a buffet, per poi ricominciare con una tavola rotonda dal titolo “Mobilità sostenibile: incubo del quotidiano e sogno dello straordinario”, moderata dallo stesso Agostinelli. Ad intervenire saranno il Presidente dell’Alleanza mondiale sul clima Karl Shibel, il consulente per la viabilità di Zurigo Willi Husler e Guido Viale, uno dei più grandi esperti italiani in materia di traffico.

La terza ed ultima sessione si aprirà sabato mattina con “Asse Fiera-Malpensa: caso nazionale”.

Tuttavia la carta vincente per migliorare il futuro restano i giovani. Per questo il comune di San Vittore Olona, che nonostante sia “spaccato in due” dall’asse del Sempione ospita una tradizione ambientale che permette ormai da 74 anni alla gara podistica campestre “Cinque Mulini” di avere luogo, ha pensato di chiedere un’opinione anche agli studenti.

Infatti, nel mese di novembre, i ragazzi delle due scuole medie del comune sono stati coinvolti nella compilazione di un questionario dal titolo tutte le strade portano a …scuola”, nel quale veniva chiesto in che modo gli alunni raggiungessero, ogni mattina, l’edificio scolastico.

I dati sono poi stati presentati alla Polizia locale, la quale si occuperà di elaborare possibili soluzioni per un tragitto comodo per gli studenti, ma anche più ecologico che non quello di farsi accompagnare dai genitori con l’automobile.

Per avvicinare ancora di più i giovanissimi a questa tematica una conferenza spettacolo dal titolo “Occhio vigile”, inscenata all’auditorium della scuola media leopardi, ha permesso di riflettere sugli atteggiamenti tipici di automobilisti e pedoni e di constatare l’importanza delle norme dell’educazione stradale.

In tema di smog non si può evitare di parlare dei provvedimenti che, soprattutto in quest’ultimo periodo, la Regione sta mettendo in atto. A tale proposito Mario Agostinelli esprime la sua opinione. «Puntando su provvedimenti che favoriscono la circolazione dell’automobile del singolo – dice il consigliere regionale – la Regione sta assumendo un atteggiamento propagandistico. I piccoli interventi effettuati non porteranno a niente. Serve un cambio di mentalità che riesca a coinvolgere la collettività, tentando di limitare il più possibile il transito di veicoli a benzina e promuovendo l’utilizzo di mezzi alternativi, come quelli pubblici, prima di arrivare ad un punto  di non ritorno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.