Detersivo che non inquina: ecco le regole per il fai da te

A Laveno Mombello “Questioni di stile – Corsi di ecologia domestica per stili di vita più sostenibili”

Il bucato? Bastano un po’ di limone, aceto e bicarbonato. Per il dentifricio, invece, è sufficiente qualche erba che si trova nel giardino di casa: menta e salvia. Un rimedio d’altri tempi, di quando la chimica si chiamava ancora alchimia? Non proprio, dal momento che imparare ad utilizzare semplici espedienti naturali per non inquinare è più facile – e attuale – di quanto si possa pensare. E per imparare ad usare i pochi ed essenziali ingredienti Cast e Circolino ‘005 di Laveno Mombello propongono una serie di incontri intitolata “Questioni di stile – Corsi di ecologia domestica per stili di vita più sostenibili” che permetterà, innanzi tutto, di conoscere i detergenti che acquistiamo attraverso la lettura delle etichette. Per introdurre l’argomento, verranno date delle basi elementari di chimica, al fine di riuscire a distinguere le componenti di sintesi da quelle naturali e, quindi, riconoscere quali siano i detergenti più ecologici, anche attraverso l’aiuto di un bio-dizionario. Ai due appuntamenti seguiranno altri tre momenti di formazione. Giovedì 9 marzo, alle ore 21, Ferruccio Jarach, dell’Accademia Italiana di permacultura, spiegherà il concetto di permacultura, un sistema di vita etico che fa convergere ecologia, geografia, antropologia, sociologia e progettazione.

A curare questo aspetto del corso sarà Luisa Clerici del Cast che, oltre a dare informazioni sull’aspetto teorico durante il primo appuntamento, che si terrà giovedì 9 febbraio alle ore 21 alla sede del circolo ‘005, passerà alla parte pratica domenica 12 febbraio alle ore 15. Durante il pomeriggio sarà possibile imparare a creare in casa detersivi o prodotti per la cosmesi attraverso semplici ricette a base di bicarbonato, limone, aceto ed altri semplici ingredienti. «Spesso trascuriamo il fatto che i prodotti che ogni giorno utilizziamo per detergere non solo la nostra casa, ma anche la nostra persona, possiedono delle componenti chimiche che vanno a danneggiare l’ambiente e il nostro corpo – spiega la stessa Luisa Clerici. Occorre quindi conoscere i prodotti che consumiamo e i loro elementi».
Altro metodo, sicuramente più originale, è creare a casa nostra, continua Luisa, «tramite ingredienti al cento percento naturali, detersivi, cosmetici e, addirittura dentifrici. I vantaggi dell’autoproduzione sono due: l’aspetto ecologico e la riduzione dei costi, proprio per il fatto che gli elementi utilizzati sono facilmente reperibili ed economici».

Domenica 12 marzo, alle ore 15, verrà effettuato un laboratorio di autoproduzione di giocattoli per bambini.
Per concludere giovedì 13 marzo, alle ore 21, Dino De Simone, di Legambiente, illustrerà la situazione ambientale della nostra Provincia. La partecipazione al ciclo di appuntamenti è gratuita, ad eccezione di un piccolo contributo per i laboratori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.