Disinformazione e lezioni di politica

Dura presa di posizione della sezione cittadina della Margherita dopo le critiche di Luigino Portalupi all'assessore Paolo Bossi sulla questione casa

Riceviamo e pubblichiamo

Quale sia il vero intento del sig. Portalupi e a nome di chi proponga esternazioni alla stampa, non ci è dato sapere; quel che è certo è che si tratta di pura azione di disinformazione mascherata da lezioni di politica. L’obbiettivo odierno è Paolo Bossi, Assessore ai Servizi Sociali della Giunta Solanti, che in questi mesi di attivo ed instancabile lavoro, trascinato dall’entusiasmo che gli è proprio e da una speciale sensibilità verso i problemi di tutte le categorie sociali, ha dato una dimostrazione chiara di professionalità, umanità ed attenzione verso i veri problemi della Gente, senza dubbio amplificati in questi anni di recessione economica e sociale.

Paolo Bossi si è avvicinato al mondo della politica certamente da inesperto, ma con grande entusiasmo e sensibilità, con il desiderio e la speranza di trovare soluzioni ai problemi, si sta impegnando seriamente, sia in termini di tempo che di energie, ad ascoltare i bisogni e dare risposte il più possibile eque e corrette. Nella fattispecie il problema casa richiede di approfondire e studiare soluzioni, non di ragionare con slogan.

Si è già iniziato un percorso in Commissione Servizi Sociali che richiede la disponibilità e l’aiuto di diverse componenti della società, quali agenzie immobiliari, associazioni di categoria, sindacati, proprietari, associazioni senza fini di lucro; solo così si può pensare di trovare risposte, seppur parziali, ma che aiutino veramente chi versa in condizioni disagiate.

La Lista Civica era informata di questo percorso, avendolo condiviso in Commissione: evidentemente la mancanza di visibilità che attanaglia i Civici o il cittadino Portalupi ha fatto dimenticare le azioni concrete, per privilegiare la disinformazione e la polemica sterile. E’ facile gridare slogan vagamente xenofobi, più difficile è trovare soluzioni; Paolo Bossi ha sempre svolto con limpidezza un’azione di servizio volta alla soluzione di gravi problemi da tanto tempo presenti nel nostro Comune, un’azione cristallina che ha un solo fine: dare aiuto ai più deboli, indipendentemente dalla loro provenienza e dalla loro appartenenza. Non accettiamo lezioni di politica dal sig. Portalupi, che, peraltro, si dimostra stranamente disinformato, dimenticandosi che il regolamento della regione Lombardia sugli alloggi di residenza pubblica permette l’accesso ai bandi solo a chi è residente nel territorio regionale da almeno 5 anni!

Non accettiamo lezioni di politica da chi, forse da troppo tempo sulla scena politica, non riesce più a riconoscere lo sforzo fresco ed entusiasta, l’impegno serio e metodico, l’azione disinteressata e priva di secondi fini. Non accettiamo lezioni di politica da chi, pur definendosi riformista, ha dimostrato una opinabile (in)coerenza di appartenenza politica passando, nell’arco di pochi mesi dalla apparente vicinanza al Centro Sinistra in occasione delle Elezioni Europee, all’appoggio al Centro Destra del Candidato Venco alle  Amministrative 2005 alle odierne esternazioni vagamente xenofobe.

Noi siamo per la politica dei ragionamenti e dei fatti, non per quella delle parole a vuoto e degli slogan inutili; noi abbiamo un solo fine: lavorare per una Samarate migliore.

Continueremo a farlo con la pazienza di chi vuole ascoltare le persone, costruire percorsi di lavoro e cercare di dare risposte che possano durare, anche oltre il tempo che ci sarà dato da amministrare.

Democrazia è Libertà – La Margherita Samarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.